20 Maggio 2012

PSI di Cassino sul divorzio Petrarcone-Udc: “Manca la politica”

A distanza di un anno dalle elezioni, alla paralisi amministrativa si aggiunge l’implosione politica: l’alleanza di opportunità sorta all’indomani del primo turno e tenuta nascosta agli elettori fino all’esito del ballottaggio – tra UDC e le forze politiche che avevano sostenuto Petrarcone – non c’è più; per ora, perché quattro anni sono ancora tanti, perché Petrarcone potrebbe avere bisogno di aiuto in Consiglio, e perché l’UDC di Cassino, per conformazione genetica, non riesce a stare troppo a lungo lontano dal potere di governo. Quello che colpisce, nel caso specifico, è la mancanza della politica, di argomenti politici, la qual cosa trasforma la “rottura” in una baruffa interna per la difesa di postazioni di potere. Basti considerare che, per un anno, i consiglieri eletti da Petrarcone e quelli dell’UDC hanno litigato praticamente su tutto (tranne che sulla demolizione della rotatoria), eppure la “rottura” non si è consumata sulla revoca della variante al piano regolatore né sulla istituzione del registro delle unioni civili (iniziative ad impatto amministrativo zero, come il PSI ha già avuto modo di osservare, ma non prive di significato politico); la spaccatura si è verificata quando i consiglieri UDC sono passati da tre a quattro: la qual cosa, ovviamente, avrebbe “pesato” nei rapporti interni alla maggioranza e nella distribuzione del potere amministrativo.

Dalla vicenda ne esce malissimo l’UDC, che sconta le conseguenze di errori politici molto gravi, compiuti già all’indomani del primo turno elettorale, quando, pur di provare a recuperare qualche posizione di potere, non ha esitato a cancellare un’alleanza che, essendo fondata su basi politiche, poteva diventare un progetto politico ed aprire, a Cassino, una prospettiva riformista che costituisse il momento di incontro del socialismo democratico e delle forze moderate di ispirazione cattolica e liberale. L’UDC ha preferito il piccolo cabotaggio, e “incassare” la presidenza del Consiglio comunale e la “vicinanza” ad un assessore. Se ne è valsa la pena, non è un problema del Partito socialista; quello che è certo è che l’UDC si è infilato in un vicolo cieco, che non poteva dargli prospettive (né alla sua destra né alla sua sinistra), ed ora si trova del tutto isolato, annichilito da una umiliazione politica che è molto più grave della sconfitta dello scorso anno, perché ne mina la credibilità (le proposte, le scelte): come spiegherà, ora, ai suoi elettori (ed ai cittadini di Cassino) che quel signore, che era il nemico e poi era diventato buono, è tornato ad essere cattivo? E tutto questo accade alla vigilia delle elezioni politiche.

Ma dalla vicenda ne esce molto male anche il sindaco: non deve essere dimenticato, infatti, che è stato proprio Petrarcone ad imporre l’alleanza con l’UDC ai suoi consiglieri, alcuni dei quali, obiettivamente, non l’hanno mai digerita; che è stato proprio Petrarcone ad imporre l’allargamento “strabico” della coalizione. Che ora, a distanza di un anno, Petrarcone riconosca di aver commesso un errore – che, secondo quanto si ostinano a sostenere gli esponenti della maggioranza, è costata la paralisi dell’azione amministrativa – non diminuisce le sue responsabilità politiche; tanto più se si considera la genericità delle sue dichiarazioni, prive di ogni valenza prospettica, e, quindi, politica, le quali parlano di “pugnalate” senza che sia precisato quali siano state queste pugnalate, in che cosa siano consistite.

Ovviamente, molte responsabilità sono degli stessi consiglieri eletti da Petrarcone: i quali hanno accettato supinamente l’alleanza con l’UDC imposta dal sindaco; i quali, in un anno, non hanno mai neppure provato a svolgere una funzione di orientamento politico dell’azione amministrativa, abdicando del tutto, peraltro, al ruolo di controllo connaturato all’organo assembleare; i quali non hanno saputo far altro che esprimere soddisfazione per la “rottura” con l’UDC, senza riuscire – neppure uno di loro – a delineare una prospettiva politica, un percorso programmatico, e limitandosi ad evocare, per l’ennesima volta, il ritorno dell’entusiasmo elettorale, che pure, stando ai fatti, non ha permesso loro di superare la paralisi amministrativa.

Peraltro, le dichiarazioni di soddisfazione e di noncuranza per la forte riduzione del divario tra maggioranza ed opposizioni consiliari sorprendono molto perché mostrano di ignorare che l’assottigliamento dei numeri della maggioranza aumenta smisuratamente il potere di “pressione” di ciascun singolo consigliere (e ce ne sono diversi che già manifestano segni di insofferenza): ed è quello che l’ordinamento aveva voluto impedire con la riforma elettorale del 1993. Quello che sfugge ai consiglieri eletti da Petrarcone è che, paradossalmente, proprio la presenza dell’UDC aveva dato loro maggiore compattezza; e che ora, venendo a mancare quell’elemento di coagulo, diviene maggiore il rischio di sfarinamento politico, aumenterà la loro litigiosità. In verità – ed è questo l’altro forte limite della maggioranza – il problema di Petrarcone e dei suoi consiglieri non è solo quello dei numeri, ma, soprattutto, quello della gravissima perdita di consenso nella città: per carità, loro possono benissimo continuare a dire di essere bravi, possono continuare a dire che i loro assessori sono dei fulmini e possono raccontare, senza contraddittorio, queste favolette a qualche cittadino; senza entrare nel merito di questi aspetti (sui quali, peraltro, il PSI ha già ampiamente osservato), il dato di fatto è che con l’uscita dalla maggioranza dell’UDC un’altra parte significativa della città sarà contro l’amministrazione di Petrarcone ed i suoi consiglieri. È questo, per la maggioranza, il problema politico più grave e più difficilmente sostenibile nel medio periodo: avere contro (se rimaniamo ai dati elettorali) quasi il novanta per cento dei cittadini, ai quali, peraltro, non riesce a dare alcuna risposta amministrativa.

Rispetto a questo problema, vi sono due possibilità: Petrarcone ed i suoi consiglieri possono asserragliarsi nel fortino di piazza de Gasperi, rimanendovi fino a quando sarà possibile, proseguendo nell’isolamento politico e amministrativo; oppure possono aprire una fase politica nuova, costruire nel confronto di idee quel cambiamento che hanno saputo solo annunciare in campagna elettorale. La prima soluzione è quella più probabile; la seconda quella più impegnativa e suggestiva, ma anche quella che potrebbe dare maggiori soddisfazioni agli attuali amministratori (dipende da come si intende la politica). Staremo a vedere; ovviamente, il PSI proseguirà nella funzione di controllo critico (e, cioè, di merito) e nella attività di elaborazione di proposte da sottoporre alla valutazione dei cittadini, in funzione della costruzione a Cassino di un progetto politico volto ad assicurare una amministrazione che affronti effettivamente i problemi dei cittadini e dia soluzioni.

Per il resto, in effetti, la nuova situazione che si è determinata nella maggioranza consiliare pone un problema in ordine alla presidenza del Consiglio comunale; ma questo, tuttavia, non perché tale carica affidata ad un esponente della minoranza costituisca una anomalia (è vero, semmai, il contrario). In proposito, il Partito socialista ritiene che un presidente autorevole dovrebbe prendere atto della nuova situazione politica e rassegnare il mandato all’assemblea, la quale valuterà se permangono le ragioni politiche che avevano determinato quella elezione.

Comitato direttivo PSI Cassino

Per contattare la nostra Redazione puoi scivere a redazione@ciociaria24.net o telefonare al Numero Verde 800-090501.
Operazione "Le due Valli": Carabinieri di Sora in azione all'alba di stamani

Trenta militari per una poderosa spallata al mercato della droga in Valle di Comino e Valle del Liri.

È venuta a mancare Romanina Lauri

Si è spenta a Sora presso l'Ospedale SS. Trinità.

Ci ha lasciato Luigi Peticca

Si è spento a Sora, presso l'Ospedale SS. Trinità.

SORA - Bonus Bici, 150 euro per chi vive nei comuni con meno di 50 mila abitanti, ecco come richiederlo

Il bonus, pari a 150 euro, potrà essere richiesto fino al 31 dicembre 2020.

È venuta a mancare Francesca Fortuna

Si è spenta a Sora, presso l'Ospedale SS. Trinità.

Oggi hai portato felicità e amore, benvenuto Tommaso!

Una magnifica giornata che la famiglia ha voluto condividere con tutti noi.

Coronavirus: un nuovo caso positivo in provincia di Frosinone riscontrato presso il PS di Sora

Coronavirus - Lo ha annunciato oggi la Regione Lazio nel consueto aggiornamento quotidiano.

Ci ha lasciato Giuseppe Alati

Si è spento a Sora, presso la propria abitazione in via Carpine.

L'ex Carabiniere Reale sorano, Angelo Grossi, compie 102 anni. Tanti auguri!

Al termine del secondo conflitto mondiale fu decorato con la croce di guerra per i grandi servigi recati Paese. È stato amico dell'eroe di Fiesole, Alberto La Rocca.

SORA - Cercasi cameriere da bar

Annuncio valido fino al 6 Luglio. Contratto a tempo determinato con possibilità di trasformazione a tempo indeterminato.

CALCIO - Sora, ingaggiato Manuel De Carolis, figlio del mitico bomber Tommaso "Battaglia"

Un acquisto che ha suscitato dolci ricordi nelle menti dei tifosi bianconeri. Ingaggiata anche la giovane mezzala classe 2001 Mattia Regoli proveniente dal Ferentino.

SORA - Il punto della sitazione sul nuovo caso di Coronavirus certificato in ospedale

Coronavirus - Si tratta di una donna di 65 anni positiva a un solo reagente ed attualmente in isolamento domiciliare.

VIS SORA: il nuovo allenatore è Giordano Maltesi

L'ex centrocampista volsco (dai piedi deliziosi) sostituisce Juan Andres Wachowicz.

On line il nuovo video-clip sull'era Covid-19 prodotto da due giovani Sorani doc per il rapper newyorkese "Necro"

Coronavirus - Lo sceneggiatore-regista Mattia Trezza, 27 anni (a sx nella foto), e il montatore-regista Stefano Mattacchione, 26enne (a dx), hanno intrapreso una proficua collaborazione con il Il rapper statunitense originario di Brooklyn.

CALCIO - Luigi Palmieri nuovo Direttore Generale del Sora

Il presidente avv. Giovanni Palma intende preparare tutto al meglio per l'eventuale salto in Serie D.

SORA - Farmacia comunale sempre più al fianco dei cittadini: stipulata convenzione con centro anziani

Coronavirus - De Donatis-Di Ruscio: «Questa convenzione esalta il modello pubblico da noi prescelto e conferma la bontà delle nostre intenzioni, ovvero creare un presidio comunale attento alle esigenze della popolazione».

De Donatis-Di Ruscio: «Grazie a tutti coloro che hanno dato aiuto nei giorni della pandemia Covid-19»

Coronavirus - Il Sindaco e l'assessore alle poltiche sociali hanno divulgato una nota congiunta di ringraziamento a nome di tutta l’Amministrazione.

Roberto De Donatis

Roberto De Donatis - Dimensionamento scolastico, sicurezza in Via Cellaro, cantiere scuola innovativa G124 Renzo Piano, riqualificazione ex Tomassi.

SORA - Pedonalizzazione centro storico: la proposta di Pio Conflitti

«Se il Consiglio comunale dovesse bocciare la proposta o stravolgerla, valuteremo se organizzare un Referendum popolare cittadino su questa materia, secondo quanto disposto dall’art. 48 dello Statuto comunale di Sora».

45° anniversario della scomparsa di Antonio Valente. Il Prof. Mantova ricorda il genio sorano

L’Associazione Accademia del Leone, sta da tempo allestendo un Archivio-Museo a Sora, in collaborazione col Comune di Sora, che dovrebbe vedere la luce a breve.

CALCIO - Federico Di Stefano lascia il Sora. Il suo post sul social pieno d'amore per "Lei"

«Porterò per sempre con me ricordi indimenticabili. Ad maiora Sora»

Gianni Iacobelli

Intervista a Gianni Iacobelli, frontman della tribute band Tozzi-Morandi “Noi Capitani Coraggiosi”

Giovanni Palma

Avv. Giovanni Palma, Presidente del Sora Calcio

Messaggio del Vescovo Antonazzo al mondo del lavoro

Il Vescovo di Sora-Cassino-Aquino-Pontecorvo affronta il tema più delicato in questo momento post pandemia.

SORA - M5S: «Basta degrado a Pianello». La nota di Fabrizio Pintori

Fabrizio Pintori - Il portavoce e consigliere comunale del Movimento Cinque Stelle di Sora esorta l’Amministrazione De Donatis a voler recepire le istanze dei residenti.

Angelo Sarra

Cantante, speaker radiofonico e doppiatore.

Ersilia Montesano

Preside dell'Istituto Comprensivo 2 di Sora.

Carenza anestisti e non solo negli ospedali di Frosinone e provincia: il punto della situazione di Loreto Marcelli

Loreto Marcelli - “Come portavoce dei cittadini e vicepresidente della commissione Sanità della Regione Lazio ritengo che le soluzioni messe in campo ad oggi non siano ancora sufficienti”.

Il M5S Sora propone di istituire il fondo "SorAiuta"

Coronavirus - Le dichiarazioni del portavoce e consigliere comunale del Movimento Cinque Stelle di Sora, Fabrizio Pintori.

"Aeroporto di Roma Frosinone": costituito il comitato promotore

La struttura dovrebbe sorgere nei pressi del casello di Ferentino. Scalo pronto entro il 2024.

ASL FROSINONE - Dal 1° Luglio tornano i papà in sala parto

Asl Frosinone - Una volta accolto, l’accompagnatore riceverà istruzioni sulla necessità di rimanere a fianco della donna, senza spostarsi all’interno del reparto o dell’ospedale, dovendo osservare altresì tutte le precauzioni del caso.

Coronavirus: 13 nuovi casi nel Lazio, 2 di rientro dal Bangladesh e 1 da Londra

Coronavirus Lazio - L'assessore regionale Alessio D'Amato: «Voglio rivolgere un invito a tutti i ristoratori al rispetto dell’ordinanza che prevede che venga richiesto per ogni tavolo almeno un recapito telefonico, tale disposizione in questa circostanza è fondamentale per il tracciamento dei contatti».

"Peculato ed Induzione Indebita alla consegna di denaro": indagati due dipendenti comunali

Il provvedimento scaturisce da una complessa attività di indagine iniziata nel mese di luglio 2018.

«Nella nostra città riprende la movida serale, creando immotivati malumori». Parla il Sindaco di Isola del Liri

Massimiliano Quadrini - «Qualche piccolo raggruppamento temporaneo è naturale, ma è dovuto al passeggio delle tante persone e dei gruppi familiari che ci sono in città».

GALATINA / FROSINONE - Il 61° e 72° Stormo dell'Aeronautica Militare insieme per brevettare nuovi piloti al servizio del Paese

Aeronautica Militare - Il Comando delle Scuole A.M./3ª Regione Aerea “laurea” gli allievi delle scuole di volo di Galatina e Frosinone. Tra loro anche i nuovi piloti di elicottero dei Vigili del Fuoco e della Capitaneria di Porto.

Arpino: manutenzione stradale sulla SR 82 "Valle del Liri", risolta annosa vicenda

Massimo Sera - «Negli anni passati la manutenzione per garantire la funzionalità dei marciapiedi è stata eseguita con i propri mezzi dal Comune di Arpino»

Fontana Liri: il candidato Vittorio Venditti incontra i cittadini

Vittorio Venditti - L' incontro avrà inizio alle ore 10:30 e si protrarrà per due ore.

Coronavirus: il bollettino dello Spallanzani (Venerdì 03 Luglio)

Coronavirus Spallanzani - Il consueto aggiornamento sull'emergenza sanitaria in corso divulgato dall'Istituto Nazionale Malattie Infettive situato sulla Portuense.