24 Luglio 2012

PONTECORVO – Il Tribunale del Riesame di Frosinone dà ragione ad una famiglia della città

Per la terza volta un Tribunale dà ragione alla famiglia di Pontecorvo che, oltre ad aver dovuto subire i pericoli della frana di una strada a ridosso della propria abitazione, è stata più volte oggetto di attenzione da parte del Comune di Pontecorvo con due ordinanze, entrambe sospese dal TAR: la prima di interdizione della parte retrostante la loro abitazione; la seconda con l’addebito della responsabilità della frana e l’ordine di eseguire gli onerosi lavori di consolidamento del costone. Il Comune ha addirittura sporto denuncia nei confronti della famiglia per aver determinato pericolo, ottenendo dal Tribunale di Cassino il sequestro dell’area.

Ma il 17 luglio il Tribunale del Riesame di Frosinone, accogliendo il reclamo dell’Avv. Sandro D’Anella, legale di fiducia della famiglia, ne ha ordinato il dissequestro restituendo l’area alla famiglia. Il rigetto si fonda sulla relazione dei VVFF – intervenuti a seguito di esposto del consigliere Patrizia Danella – nella quale si rileva che la strada in questione nel corso degli anni è stata più volte oggetto di interventi di allargamento e di bitumazione, ma non è mai stata messa in sicurezza nemmeno nell’area che riguarda le profonde scarpate laterali. La strada è priva di fossi e cunette necessarie al deflusso dell’acqua; il guard-rail non è a norma, oltre ad essere incrinato e scalzato nei pali di tenuta, con possibile aggravio della frattura del costone per le vibrazioni.

È presente un muro pericolante e lesionato a difesa dell’altra scarpata sottostante. Questi dati sono stati debitamente esaminati dal Tribunale di Frosinone che ha ascritto al Comune, proprietario della strada, l’obbligo di adottare le opere di messa in sicurezza del costone e della scarpata. “È inaccettabile che per far valere i propri diritti una famiglia abbia dovuto far ricorso ai Tribunali” ha commentato il Consigliere Patrizia Danella. “Inaccettabile è che il Comune continui a intentare cause contro i cittadini che alla prova dei fatti si dimostrano inutili e servono solo per pagare parcelle agli avvocati. Non commento l’incompetenza di un sindaco che non ha il coraggio di prendersi le responsabilità che derivano dal suo ruolo. Ora però Notaro deve mettere in sicurezza la strada”.

Per contattare la nostra Redazione puoi scivere a redazione@ciociaria24.net o telefonare al Numero Verde 800-090501.
Test Coronavirus bambini 0-6 anni al "B.Gesù" (S. Paolo fuori le Mura e Palidoro): da Lunedì 2 ambulatori dedicati

Coronavirus bambini - Accesso mediante prenotazione. Ecco come fare. Si precisa che presso ogni drive-in del Lazio vi sono operatori in grado di effettuare i test e tamponi ai più piccoli.

Alessandro Borghese 4 Ristoranti: saranno questi i partecipanti di Frosinone e provincia?

Alessandro Borghese 4 Ristoranti - Il popolare chef e conduttore televisivo è stato "pizzicato" l'altro giorno nel capoluogo.

Allerta meteo rossa in Veneto, arancione in altre cinque regioni

Allerta meteo - Una nuova perturbazione di origine atlantica raggiungerà le regioni settentrionali italiane, determinando dalla tarda serata di oggi, giovedì 1 ottobre, precipitazioni ...

Coronavirus, la situazione allo Spallanzani: due pazienti in più in terapia intensiva

Coronavirus Spallanzani - Il bollettino emesso oggi dalla struttura sanitaria situata sulla Portuense.

Vaccino Coronavirus: Sanofi Anagni avvia la produzione

Vaccino Coronavirus - L'annuncio del Presidente del Consiglio Regionale, Mauro Buschini.

Luigi Di Maio: «L’Italia ha dimostrato con i fatti di essere un Paese solido e forte»

Luigi Di Maio - «Tutti ci riconoscono ruolo europeo e internazionale», ha detto il numero uno della Farnesina.

Emergenza Coronavirus: verso prolungamento al 31 Gennaio 2021

emergenza coronavirus - Lo ha anticipato il Presidente della Camera, Roberto Fico.

Coronavirus: la situazione complessiva nel Lazio

Coronavirus Lazio - La ripartizione complessiva dei casi dall'inizio della pandemia.