9 Giugno 2015

Pendolari treno Roma-Cassino: ecco le poche novità decise nella riunione di ieri in Regione

Riceviamo e pubblichiamo la seguente nota stampa a firma del Pietro Fargnoli Presidente del’associazione Roma-Cassino Express, Pietro Fargnoli.

«Si è tenuta ieri (8 Giugno) la riunione semestrale tra Assessorato ai trasporti, direzioni regionali di RFI e Trenitalia e Associazione Roma Cassino Express per discutere le modifiche agli orari dei treni Roma-Cassino. Il contenuto dell’incontro è facilmente sintetizzabile in quanto non è prevista alcuna modifica dell’orario per il semestre giugno-dicembre 2015; per il semestre dicembre2015-giugno 2016 sono al vaglio alcune modifiche che tuttavia non altereranno in maniera significativa i tempi di percorrenza tra le province di Frosinone e di Roma. Ci pare utile ribadire questo messaggio dal momento che negli ultimi mesi (e negli ultimi giorni) sono state pubblicate sulla stampa locale informazioni fuorvianti.

In particolare i Regionali 7534 e 7536 diretti a Roma, nonostante quanto annunciato dal circolo PD di Castro dei Volsci, non subiranno alcuna modifica: i passeggeri, giunti a Frosinone alle 6.37, continueranno a poter scegliere se proseguire verso Roma sul rapido (ma affollato) treno delle 6.43 o ripartire da Frosinone alle 6.51 viaggiando su un treno meno affollato ma più lento.

Inoltre la riduzione dei tempi di percorrenza annunciata in occasione della presentazione del piano di riqualifica del quartiere scalo di Frosinone (si parlava di Frosinone-Roma in 45 minuti) è stata assolutamente smentita da Trenitalia ed rfi non è confermata né dalla Regione né da Trenitalia che sono gli unici gestori del contratto di servizio.

Auspichiamo che in futuro i vari amministratori locali vogliano evitare di creare aspettative infondate nei pendolari, magari solo per strappare un voto in una campagna elettorale. La nostra Associazione si confronta da anni con l’assessorato e si sforza di portare in Regione solo proposte condivise dagli utenti e tecnicamente fattibili, una azione scomposta da parte dei vari enti territoriali (comuni associazioni di categoria) e l’avanzamento di proposte tecnicamente non fattibili facilitano il gioco di chi in Regione o Trenitalia non ha interesse a modificare l’attuale sistema di trasporto.

Le poche buone notizie riguardanti la linea Roma-Cassino sono l’entrata in servizio di nuovi Vivalto (il cui numero di carrozze passerà da 5 a 6) nel corso del mese di Giugno e la conseguente eliminazione dei convogli più vecchi attualmente in circolazione (i vecchi treni doppio piano “Casaralta” e i minuscoli rotabili “ALe” in uso sulla linea Colleferro-Roma). Entro la fine dell’anno saranno inoltre ammodernati i tabelloni informativi di alcune stazioni e completati i lavori presso la stazione di Colleferro.

L’Associazione ha infine rinnovato alcune richieste già effettuate in passato:

  • il ripristino della fermata di Cassino per i treni da e per Campobasso: la regione si è impegnata a convocare al più presto un tavolo con la regione Molise per cercare un accordo che possa però soddisfare entrambe le parti;
  • il ripristino del Regionale delle 23.14 da Roma a Cassino: viene ritenuto scarsamente utilizzato rispetto al costo che deve essere sostenuto
  • l’anticipo del Regionale delle 19.37 da Cassino a Roma: attualmente non è possibile in quanto questo treno aspetta una coincidenza da Napoli.
  • l’anticipo del Regionale delle 6.42 da Roma a Cassino: è al vaglio uno studio per anticipare di qualche minuto.

In conclusione, la riunione ha confermato che l’unico sostanziale miglioramento del collegamento Roma-Cassino è legato alla realizzazione del progetto di utilizzo della linea Alta Velocità, proposto dalla nostra Associazione. Su questo argomento una risposta ufficiale da parte dell’Assessore Civita è attesa entro i prossimi 10 giorni.

Aspettiamo con la pazienza propria di noi pendolari.

Cordialmente

Per contattare la nostra Redazione puoi scivere a redazione@ciociaria24.net o telefonare al Numero Verde 800-090501.
Il Covid torna a minacciare l'Europa. Luigi Di Maio: «Massima solidarietà a Spagna e Francia»

Luigi Di Maio - Il Ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, ripercorre i difficili mesi di questo drammatico 2020, segnato dalla pandemia di Covid-19.

Benefici dello yoga per corpo e mente

Benefici dello yoga - I vantaggi dello yoga non sono solo la possibilità di piegare il tuo corpo come un pretzel.

EUTANASIA - La storia di Piera Franchini

Eutanasia - Piera Franchini, a causa di una lesione al fegato ormai incurabile, andò in Svizzera per il suo suicidio assistito nel 2013.

EUTANASIA - Marco Cappato: «Caro Papa, e se sull'eutanasia il "crimine" foste voi a favorirlo?»

Eutanasia - Queste le dichiarazioni sulla propria pagina Facebook di Marco Cappato, esponente dei Radicali e dell'Associazione Luca Coscioni.

CORONAVIRUS – Lattoferrina proteina anti Covid perché stimola l'immunità

Lattoferrina Coronavirus - Il Professor Massimo Andreoni, direttore dell'Unità malattie infettive al Policlinico di Tor Vergata a Roma, è intervenuto nella trasmissione "L'imprenditore e gli altri" su Cusano Italia TV.