4 Marzo 2012

FIACCOLA BENEDETTINA, ABBRUZZESE: DA MALTA RIPARTE MESSAGGIO DI PACE DEL PATRONO D’EUROPA

“Vi ringrazio per l’ospitalità che avete voluto tributare alla nostra delegazione”. Così il presidente del Consiglio regionale del Lazio, Mario Abbruzzese, rivolgendosi al Primo Ministro di Malta, Lawrence Gonzi.

“Il rapporto di Malta con l’Italia è, storicamente, molto speciale e caratterizzato da un’intensa collaborazione, a partire dal legame più strettamente commerciale per arrivare alla grande opera svolta dall’Istituto Italiano di Cultura a Malta che promuove, a tutti i livelli, preziosi scambi culturali tra le nostra comunità”, ha continuato Abbruzzese.

“In particolare – ha aggiunto – questo anno l’accensione della Fiaccola Benedettina, simbolo di pace, speranza e unità, a Malta ha voluto proprio riaffermare lo stretto legame di prossimità culturale che esiste tra i nostri Paesi e la condivisione di un comune patrimonio di valori sui quali si fonda l’intera civiltà europea. Una vera e propria missione di pace – ha continuato il presidente del Consiglio regionale del Lazio – che ha avuto la sua espressione più alta con la celebrazione della messa pontificale presieduta dall’arcivescovo di Malta insieme all’Arcivescovo della Diocesi di Montecassino, dom Pietro Vittorelli e dall’arcivescovo della Diocesi di Spoleto e Norcia, Renato Boccardo.

Da cassinate, sono particolarmente orgoglioso del grande lavoro che vede autorità civili ed ecclesiastiche del mio territorio, impegnate ed unite nel promuovere l’importante messaggio della Regola di San Benedetto, quale esempio di vita ancora oggi attuale”, ha concluso Abbruzzese.

Al termine della cerimonia, nel rituale scambio di doni, il presidente Abbruzzese ha consegnato a nome del Consiglio regionale del Lazio delle medaglie in bronzo coniate da uno scultore laziale, al Primo Ministro di Malta, Gonzi, all’on Antonio Tajani, all’Ambasciatore italiano a Malta, Marras e alle autorità ecclesiastiche presenti.