24 Aprile 2013

Al via il progetto “Colmiamo il GAP – l’informazione per la lotta al gioco d’azzardo patologico”

gioco_h_partb

Al via il progetto “Colmiamo il GAP – l’informazione per la lotta al gioco d’azzardo patologico”, promosso dalla Lega Consumatori Lazio e finanziato dalla Regione Lazio, Assessorato alla Tutela dei Consumatori.

Interverranno alla conferenza stampa il Presidente regionale della Lega Consumatori Lazio Pino Bendandi; il Presidente provinciale avv. Isabella Marziale della Lega Consumatori Frosinone; la Responsabile del progetto Colmiamo il GAP, Arianna Isotti; la psicologa, Responsabile dello sportello GAP di Cassino, dr.ssa Ivana Baldassarre.

Sportelli di consulenza dedicati, materiali informativi, momenti di incontro, indagine sul fenomeno. E’ quanto prevede il progetto, cogliendo un’opportunità che la Regione Lazio dà alle associazioni dei consumatori per intervenire su un problema che ora in Italia conta 800.000 vittime, 3 milioni di soggetti considerati a rischio e che si colloca al III posto in Italia per fatturato.

Il servizio è svolto in collaborazione con la SIIPAC (Società Italiana di Intervento sulle Patologie Compulsive) con sportelli distribuiti nel territorio regionale: uno sportello a Cassino (Via Appia Nuova n. 39), tre a Roma (Garbatella, Casilina e Centro storico) ed uno a Viterbo. Si stima un’affluenza di circa 1.500-2.000 utenti, assistiti gratuitamente da psicologi qualificati.

Fonti ufficiali attestano come, nel solo comune di Roma si contino 294 sale per complessive 50.000 slot machine e, dati recenti tratti da un’indagine di Eurispes e Telefono Azzurro, indicano come l’8% dei bambini tra i 7 e gli 11 anni giochino a soldi on line, confermando la pericolosità del fenomeno.

Per la Lega Consumatori Lazio si tratta di dati preoccupanti destinati a crescere se non si attua un’efficace azione contro la pubblicità  irresponsabile e se non si combatte contro il fenomeno delle partite truccate, così come indicato dalla Commissione Europea a fine 2012.

Le pubblicità del gioco d’azzardo, sostiene l’avv. Isabella Marziale, Presidente della Lega Consumatori Frosinone, anziché promuovere una giusta cultura del gioco che ne valorizzi le potenzialità senza sottovalutarne le componenti di rischio, trasmettono ai consumatori messaggi subdoli e fuorvianti, inneggianti al gioco, con la promessa di grosse e facili vincite. Le attuali pubblicità pongono enfasi solo ed esclusivamente sulla vincita e il gioco perde così la sua eventualità e acquisisce certezza. Ci auguriamo che il nostro percorso non termini con la chiusura del progetto ma che porti al coinvolgimento sociale degli operatori del settore verso una maggiore responsabilità sociale d’impresa.

PER CONFERMA PARTECIPAZIONE E INFO:
avv. Isabella Marziale (Presidente provinciale Lega Consumatori Frosinone)
isabellamarziale@virgilio.it – mobile 340-8105015 – tel/fax 0776.1930227

Per contattare la nostra Redazione puoi scivere a redazione@ciociaria24.net o telefonare al Numero Verde 800-090501.
EUTANASIA - La storia di Piera Franchini

Eutanasia - Piera Franchini, a causa di una lesione al fegato ormai incurabile, andò in Svizzera per il suo suicidio assistito nel 2013.

EUTANASIA - Marco Cappato: «Caro Papa, e se sull'eutanasia il "crimine" foste voi a favorirlo?»

Eutanasia - Queste le dichiarazioni sulla propria pagina Facebook di Marco Cappato, esponente dei Radicali e dell'Associazione Luca Coscioni.

CORONAVIRUS – Lattoferrina proteina anti Covid perché stimola l'immunità

Lattoferrina Coronavirus - Il Professor Massimo Andreoni, direttore dell'Unità malattie infettive al Policlinico di Tor Vergata a Roma, è intervenuto nella trasmissione "L'imprenditore e gli altri" su Cusano Italia TV.