22 febbraio 2013 redazione@ciociaria24.net

Virtus TSB: intervista al neo acquisto Pietro Maiuri

La BPC Virtus TSB comunica di aver raggiunto l’accordo con l’atleta Piero Maiuri svincolatosi dalla Virtus Frusino, società esclusa in questa stagione dal campionato DNC. Il giocatore nato ad Alatri nel 1978, ala/pivot di m. 1.97, già da due settimane si stava allenando con la formazione presieduta dal dott. Leonardo Manzari in attesa dello svincolo dalla società frusinate. In settimana è giunto il via libera al tesseramento per la Virtus TSB e con ogni probabilità sabato 23 febbraio scenderà in campo contro la Fortitudo Anagni. Ecco le prime impressioni del forte giocatore alatrense dopo l’ok ricevuto dall’Ufficio tesseramento della FIP.

Scendere dalla DNC alla D probabilmente non è entusiasmante, tuttavia, hai scelto la BPC Virtus TSB per quale motivo?
Il cambiamento, in quanto tale, è di per se stimolante ed avere nuovi traguardi e nuove motivazioni, personali e sportive, è per me già molto entusiasmante! Ad aggiungere entusiasmo e voglia di misurarsi in questo campionato, comunque impegnativo, composto da squadre di lunga tradizione e da giocatori esperti, agonisti e che hanno voglia di emergere, c’è la consapevolezza di entrare a far parte di un gruppo organizzato e molto forte che, come ha finora dimostrato, ha la voglia, oltre che le indiscusse capacità, di vincere ancora e di affermarsi in futuro in campionati che gli rendano maggiore giustizia.

Che opinione ti sei fatto dopo circa due settimane con i nuovi compagni e che clima hai trovato?
E’ stata una bella sorpresa trovare, sin dal primo allenamento, un clima disteso e accogliente, in cui si percepisce, da subito, la compatezza e la voglia di divertirsi giocando (e vincendo!) insieme. Oltre ciò, una prima amichevole disputata in settimana contro il Roscilli Sora la squadra che sta dominando il campionato di C regionale, mi ha dato ulteriore conferma della forza e del valore, oltre che dei singoli, di tutto il gruppo, condotto con il giusto piglio dal Coach Vettese che, per quello che mi è sembrato evidente sin da subito, ha saputo trovare il giusto equilibrio, oltre che tattico, nella gestione e valorizzazione dell’enorme “potenziale di fuoco” messogli a disposizione dalla Società.

L’accordo con la BPC Virtus TSB prevede anche un futuro oltre i prossimi due mesi?
Sì, l’accordo verbale con il Presidente Manzari prevede l’impegno minimo anche per il prossimo campionato. Da parte mia spero vivamente di riuscire a dare un contributo solido e importante quest’anno, con la volontà, spero reciproca, di rinnovare tale collaborazione in futuro, aiutando questa Società nella conquista prima e nell’affermazione poi, in campionati chele rendano maggiore giustizia.

Sei arrivato da poco, come sei entrato nei meccanismi della squadra?
Ho cercato, sin da subito di entrare a far parte al meglio dei meccanismi della squadra, con la volontà di svolgere al meglio il ruolo che il coach vorrà affidarmi. Ripeto che entrare a far parte di un gruppo così forte, composto da giocatori esperti e talentuosi, che, oltretutto, si diverte moltissimo a giocare e stare insieme, è oltre modo facile e gratificante.

Infine, quante possibilità ha la tua nuova squadra di vincere questo campionato?
Io credo che questo gruppo abbia oramai pienamente maturato la consapevolezza del proprio valore, dimostrando, sul campo, di poter sopraffare ogni avversario e di poter raggiungere il traguardo prefissato nel modo più brillante possibile! C’è bisogno di crederci, però, fino in fondo, affrontando gli avversari che ancora ci separano da tale traguardo con il rispetto che meritano ma con la convinzione e la determinazione giuste. Partendo proprio da Anagni!

Menu