Virtus TSB: decisiva la trasferta a Cave che precede la sfida promozione con il Sora

Il campionato della Virtus è giunto alla fase decisiva. Guardando al calendario, l’occhio non può che andare alla data che i cassinati hanno cerchiato in rosso da mesi: stiamo parlando del 16 marzo, giorno in cui la Virtus andrà a giocarsi la promozione in casa del Sora. Ma prima c’è un ultima preda che separa il lupo rossoblu dal suo nemico. E’ il Basket Cavese, ostico team che occupa la quarta posizione in classifica a pari punti con la Libertas, contro cui i cassinati hanno appena conquistato il loro 20° successo, non senza qualche difficoltà.

Vista la posta in palio, la squadra di coach Vettese è più motivata che mai ad andare a Cave (Rm) per conquistare altri due punti, che quindi le consentirebbero di giocarsi il primo “match point” del campionato proprio in casa dell’inseguitrice Nuova Basket Sora 2000 e con ben quattro giornate di anticipo. Si troverà di fronte, però, un avversario intenzionato a ben figurare e risollevato dal successo ottenuto sabato scorso contro il Collefiorito, che ha riportato la squadra di coach Cecconi alla vittoria dopo due sconfitte consecutive subite contro Viterbo ed Anzio. Il Cavese è, infatti, un team con un andamento molto discontinuo e lo dimostra il fatto che nel girone di ritorno ha raccolto 4 sconfitte e 3 vittorie.

La Virtus, invece, è alle prese con qualche acciacco di troppo, cosa che sta costringendo il provvidenziale fisioterapista della società, Angelo D’Aguanno, agli straordinari. «Nelle ultime settimane hanno avuto qualche problema Loughlimi, D’Acunto e Lo Tufo – commenta D’Aguanno-. Il primo è pienamente recuperato, D’Acunto ha un’infiammazione al tallone, ma potrà essere regolarmente schierato in campo per la sfida di sabato. Dovrà restare ancora fermo, però, Lo Tufo che ha subito uno stiramento con lacerazione del tensore della fascia lata (in corrispondenza dell’anca, ndr) ed è ancora sottoposto alla Tecar. Ma i tifosi possono stare tranquilli perché sarà comunque regolarmente a disposizione per la gara successiva. In ogni caso, però, devo ammettere che il preparatore atletico della squadra (coach Luca Vettese, ndr) ha fatto un ottimo lavoro, visti i pochi infortuni che i suoi giocatori hanno subito nel corso della stagione. Speriamo che si continui così fino alla fine del campionato».

Venerdì intanto i rossublu si sono riuniti per la consueta rifinitura. La società è in attesa di conoscere la decisione del giudice sportivo per la commutazione della squalifica del pivot argentino Gonzalez in ammenda. Se così non dovesse essere, coach Vettese si troverebbe a dover gestire un’altra assenza pesante e la trasferta sul caldissimo campo del Cavese diventerebbe ancora più complicata. L’incontro che inizierà alle ore 18, sarà diretto dall’arbitro Marco Ciceroni di Roma.

Menu