VIRTUS TSB CASSINO: 12a vittoria consecutiva! [FOTOGALLERY]

Di questi tempi la Virtus TSB non fa la schizzinosa e pur non giocando da prima della classe porta a casa la dodicesima perla consecutiva. Decidono la classe e la testardaggine dei suoi uomini simbolo che in serata no come collettivo riescono a tirar fuori comunque una prestazione individuale sia come realizzazione che come valutazione globale.

Sermoneta è stato un avversario ostico che addirittura al termine del I quarto conduce per 19 a 14. Ma Vettese pungola a dovere i suoi che rientrano in campo con un furoreggiante 14 – 2 (28 a 21 al 5 della II frazione). Eppure il coach rossoblu deve assistere ad un ritorno di fiamma dei pontini che chiudono la frazione sul 31 a 34 . Carbone e compagni sono sempre in partita e la terza frazione e lo specchio fedele di un match giocato su ritmi consoni ai pontini che riescono a limitare le bocche da fuoco cassinati .Tuttavia un Lo Tufo mostruoso (15 di valutazione, 17 punti realizzati, 6 su 8 da 2 – 75% , 4 rimbalzi difensivi) ed un Loughlimi sui soliti livelli di realizzazione (16 di valutazione, 26 punti, 5 rimbalzi e 60 per cento da 2) tengono a distanza i padroni di casa .

La Virtus raggiunge i 14 punti di vantaggio al 9 minuto della terza frazione (50- 36) ma un minuto di follia offensiva e soprattutto difensiva consentono a Boscaro con un piazzato e Bandiziol con un tiro dalla lunghissima distanza di riportarsi a distanza ragionevole – 9 alla sirena dei 30 minuti . De Monaco continua a lottare sotto le plance anche in avvio di quarta frazione di gioco (15 rimbalzi in totale per lui ed un 23 di valutazione finale) e soprattutto continua ad essere decisivo in attacco con letture intelligenti .

Ma inspiegabilmente (tutto troppo facile? ndr) gli ultimi 3 minuti di gioco sono una follia collettiva per gli ospiti cassinati. Gonzalez in ombra per tutto il match continua a litigare con il suo avversario e finisce anzitempo il match e così le ultime battute di gioco si complicano non poco soprattutto dal punto di vista emotivo per i rossoblu. Carbone non si fa pregare e riporta tardivamente sotto i gialloblu padroni di casa. A questo punto però , D’Acunto è bravo a congelare l’incontro e portare a casa due preziosissimi punti che servono a mantenere l’imbattibilità per gli uomini di Vettese.

Certamente non una bella Virtus ma sicuramente importanti i due punti conquistati sul terreno di una coriacea avversaria . Gonzalez e compagni dovranno realizzare che tutti i loro avversari d’ora in avanti raddoppieranno le energie per fregiarsi del titolo di “primi a sconfiggere la capolista”. Saggezza ed equilibrio dovranno essere gli ingredienti per mantenere a distanza gli inseguitori che promettono battaglia nel tentativo di raggiungere la capolista. Ad ogni modo sabato prossimo ad Atina arriverà una rediviva Pegaso, rinforzatasi da poco con innesti di valore e vogliosa di risalire la china. Si chiude il girone d’andata, la Virtus vuole girare la boa di metà campionato da imbattuta.

[nggallery id=41]

Menu