1 dicembre 2014 redazione@ciociaria24.net

Vaccino anti-influenzale: un caso sospetto a Cassino

Si tratta di un 68 della città martire ricoverato all'ospedale S. Scolastica

La Regione Lazio ha sospeso la somministrazione di tutti i lotti di vaccino antinfluenzale Fluad presenti sul territorio regionale per motivi precauzionali. Negli ultimi giorni sono state 13 le morti sospette registrate in Italia e segnalate all’Aifa, Agenzia Italiana del Farmaco, che sta effettuando tutte le verifiche necessaria, in collaborazione con l’Istituto Superiore di Sanità per valutare eventuali collegamenti tra i decessi e la somministrazione del vaccino.

Un caso sospetto è stato registrato anche a Cassino. La persona coinvolta è in condizioni critiche ma fortunatamente viva. Si tratta di un sessantottenne della città martire, ricoverato nel reparto di rianimazione dell’ospedale S. Scolastica. L’uomo, come riportato su Il Nuovogiorno nell’articolo a firma di Romina D’Aniello, presenta una «insufficienza multi organo sospetta, tale da far ritenere che possa essere dovuta al vaccino antinfluenzale».

Menu