giovedì 2 agosto 2012 redazione@cassino24.it

Tribunale di Cassino – L’ex assessore Ranaldi contro l’Idv: “Con l’astensione in Commissione hanno rischiato di far chiudere il Tribunale. Una vergogna per il partito di Petrarcone e Tedeschi”

“Un’astensione inaspettata e vergognosa. Un non voto che scopre le carte e dimostra come finora l’Italia dei Valori e i suoi rappresentanti sulla vicenda del Tribunale di Cassino abbiano solo speculato”.

E’ durissimo il giudizio dell’ex assessore ai Lavori Pubblici di Cassino Gianni Ranaldi in merito all’astensione dell’Idv registrata mercoledì scorso, in seno alla Commissione Giustizia della Camera, durante le votazioni sul parere che l’organismo era chiamato a dare in riferimento allo schema di decreto legislativo varato dal ministro della Giustizia Paola Severino che prevede il taglio di 37 Tribunali “minori” e di tutte le 220 sezioni distaccate attualmente in funzione. Un parere fondamentale per le sorti del palazzo di giustizia cassinate, visto che conteneva suggerimenti precisi al ministro Severino tra cui l’indicazione di modifiche tali da permettere la sopravvivenza del Tribunale di Cassino.

“Fortunatamente – evidenzia Ranaldi – la maggioranza della commissione ha votato a favore del parere e delle modifiche che prevedono la sopravvivenza di Cassino, come fatto il giorno prima anche dai loro colleghi della commissione giustizia del Senato, così permettendo di guardare al futuro del nostro presidio con una buona e giustificata dose di ottimismo. Ma se fosse stato per i deputati dell’Italia dei Valori, fra cui spicca quell’Antonio di Pietro che non molte settimane fa venne a Cassino per partecipare alla manifestazione contro la chiusura del Tribunale e che dal palco urlò con rabbia tutta la propria contrarietà contro tale ipotesi, non se ne sarebbe fatto nulla. Eppure – rincara la dose Ranaldi – stiamo parlando del partito del sindaco Giuseppe Petrarcone e della consigliera regionale  Anna Maria Tedeschi. Entrambi si sono sbracciati per mesi contro la chiusura del Tribunale, ma poi, alla prova dei fatti, hanno dimostrato di non avere alcuna influenza sui loro deputati di riferimento, che con la loro astensione hanno rischiato seriamente di far saltare il parere contrario alla chiusura del nostro Tribunale.

Oggi la Tedeschi cerca di arrampicarsi sugli specchi pubblicando su Facebook stralci di pareri alternativi dei deputati dell’Idv membri della Commissione. Ma la realtà è una sola: l’Idv, il partito del Sindaco della città, non ha votato a favore del mantenimento del Tribunale di Cassino. E la Tedeschi si è ben guardata, ieri, dall’intervenire sul pronunciamento dell’organismo della Camera, come invece aveva fatto martedì per quello del Senato. Tentativi goffi di mischiare le carte e di nascondersi che evidenziano ancor di più il suo disagio per l’accaduto, un disagio che accompagna anche il sindaco Petrarcone e che dovrebbe far riflettere la cittadinanza su chi davvero ha lottato per il Tribunale, su tutti la corrente del Pdl che fa capo al senatore Andrea Augello, e chi lo ha fatto solo a parole. Una vergogna senza fine – conclude l’ex assessore Ranaldi – per Petrarcone, la Tedeschi e l’intero Idv provinciale”.

DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO MI SENTO
  • INDIGNATO
  • TRISTE
  • INDIFFERENTE
  • ALLEGRO
  • SODDISFATTO
VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO?
Per ricevere le nostre notizie su smartphone o tablet: clicca qui e scarica la nostra App gratuita
I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA