lunedì 29 giugno 2015

Tragedia sfiorata in montagna: salvati in extremis due giovanissimi caduti in un dirupo

La chiamata arriva sul 113 del Commissariato di Polizia di Cassino alle ore 22.30 di ieri sera: è una donna “ correte” – dice “sento delle grida di aiuto provenire da Monte Cairo”. La Volante della Polizia raggiunge l’abitazione della donna e sente la stessa disperata richiesta. I poliziotti cercano di capire da dove vengano le voci e riescono a localizzarle in una zona impervia, irraggiungibile con l’autovettura.

I due uomini della Polizia di Stato non si perdono d’animo e, dopo quaranta minuti di cammino nell’oscurità e su un terreno reso ancora più impervio dalle abbondanti piogge del pomeriggio, riescono a raggiungere il posto. Cominciano a chiamare e le voci rispondono: sono due ragazzi, ma, purtroppo, non sono sulla strada, ma in un dirupo con un dislivello di circa 50 metri. Nel frattempo la sala operativa chiama i Vigili del Fuoco che però, proprio a causa della particolarità della zona, devono chiedere rinforzi.

Non c’è più tempo, i ragazzi sono ormai allo stremo ed i poliziotti decidono d’intervenire. Usando i cinturoni in dotazione ed altro materiale reperito sul posto riescono a calarsi nel dirupo e, con non poche difficoltà, a portare sulla strada i due giovani, un diciannovenne ed un ventunenne della provincia di Latina, che, pur infreddoliti e disidratati, dimostrano subito la loro gratitudine verso i due “ angeli in divisa”. A sirene spiegate un’ambulanza li porta presso l’ospedale di Cassino dove vengono affidati alle cure dei sanitari.

PUBBLIREDAZIONALE - Con i preziosi consigli della Specialista in Dermatologia del Poliambulatorio Ce.Ri.M. di Sora, potremo gestire al meglio l'esposizione della nostra pelle ai raggi solari.

PUBBLIREDAZIONALE - Impossibile resistere alle offerte dell'estate Peugeot.