mercoledì 5 settembre 2012

Tradizione e novità nella 34.ma edizione del rally di Pico

Prossimo fine settimana motoristico a Pico per il mitico Rally giunto alla 34.ma edizione. Quest’anno la gara cambia parte del suo programma. Eliminata la prova di Falvaterra ed il parco assistenza nello scalo ferroviario di Ceprano. Arriva la nuova prova a Pontecorvo, spettacolare e veloce ,  e il  parco assistenza nell’area del centro commerciale ‘Le Grange’ di Piedimonte San Germano.

Il programma prevede come da tradizione una gara quasi interamente in notturna, ma con una differenziazione negli orari, infatti la prima speciale, quella dei “Greci” di quasi quindici chilometri, scatterà alle ore 22.22 e quindi lo spettacolare transito in piazza Ferrucci avverrà molto presto, al contrario degli altri anni. Il programma prevede nell’ordine lo svolgimento della prova di Pofi il cui via avverrà alle ore 23.20 e la  new entry “Pontecorvo” che chiuderà il primo giro. Tre prove molto impegnative per mezzi ed equipaggi, con quest’ultimi che dovranno essere molto bravi nel gestire la gara se non vorranno  ‘salutare’ con largo anticipo il resto della compagnia. Nove le prove speciali in programma per una lunghezza di oltre ottanta chilometri che la fanno risultare la gara più lunga della Settima Zona e quindi una sicura candidata all’assegnazione per la prossima stagione al coefficiente maggiore (1.5) nell’ambito della Settima Zona.

Nella giornata di sabato le verifiche sportive e tecniche si svolgeranno  in centro a Pico, dove avrà sede anche il quartier generale della competizione (direzione gara, centro classifiche, sala stampa, segreteria generale, ecc.). Gli organizzatori capitanati dal presidente  Massimo Marsella sono al lavoro per gli ultimi particolari in vista della gara, ottava prova del Challenge della Settima Zona, atteso evento sportivo dell’intera provincia ciociara. La  gara di Pico è la più longeva del Lazio, seconda soltanto alla Coppa Carotti di Rieti e prima in fatto di rally che, grazie agli organizzatori che negli anni hanno fatto crescere il prestigio della corsa  varando il fascino dei “rally di notte” in provincia di Frosinone.

“L’edizione 2012 ha un significato particolarmente importante per il nostro territorio – ha commentato Massimo Marsella, Assessore allo sport del comune di Pico e Presidente Comitato organizzatore  – è necessario utilizzare qualunque strumento per rilanciare le nostre zone così generose, così ricche di tradizione, storia, cultura e natura, ma tanto duramente colpite dalla crisi del lavoro. La nostra gente cerca lo slancio e l’energia in se stessa e nel territorio che tanto ama. Il rally è certamente tra gli strumenti più efficaci, come ha dimostrato il crescente successo delle passate edizioni. Pico è il Comune capofila nella squadra che negli anni ha creduto nelle valenze della competizione. Il Rally di Pico è pronto per dare spettacolo.”

Ufficio Stampa Rally di Pico – Vincenzo Viola per arvi.media

PUBBLIREDAZIONALE - Con i preziosi consigli della Specialista in Dermatologia del Poliambulatorio Ce.Ri.M. di Sora, potremo gestire al meglio l'esposizione della nostra pelle ai raggi solari.

PUBBLIREDAZIONALE - Impossibile resistere alle offerte dell'estate Peugeot.