Tosinvest chiude nel Lazio a rischio il San Raffaele di Cassino

Con una nota il gruppo Tosinvest accusa la Regione di aver costretto il San Raffaele a chiudere ed annuncia di aver avviato le procedure di cessazione delle attivita’ sanitarie attive nel Lazio. A rischio 13 strutture  sanitarie laziali, tra cui il San Raffaele che a Cassino annovera circa duemila dipendenti.

Menu