19 settembre 2013 redazione@ciociaria24.net

Tares: Maria Iannone incontra le associazioni dei commercianti di Cassino

“L’applicazione letterale delle tariffe relative alla Tares previste dalla legge comporterebbe forti aumenti per una serie di categorie. Pertanto l’obiettivo è quello di trovare dei coefficienti medi capaci di rispondere alle reali esigenze degli utenti al fine di limitare al massimo l’impatto devastante che la norma ha sulle categorie commerciali che maggiormente producono rifiuti.”

A dichiararlo è stato il consigliere, Maria Iannone, nel corso dell’incontro che si è tenuto questa mattina presso gli uffici comunali alla presenza dell’assessore ai tributi Enzo Salera, dell’assessore al commercio, Mario Costa e dei rappresentanti di categoria, nello specifico Carla Cascella, presidente Confcommercio, Bruno Vacca, presidente Confimpresa e Maurizio Coletta presidente del centro commerciale naturale di Cassino. “Abbiamo voluto questo incontro – ha continuato la Iannone – per discutere e trovare le soluzioni più idonee a mitigare gli effetti negativi che la Tares produrrà sul già agonizzante settore del commercio.

La crisi che sta riguardando il nostro Paese ha purtroppo determinato pesantissime ricadute sulle condizioni di vita delle famiglie e, quindi, sull’intera economia. Questo sta a significare una forte contrazione dei consumi che incide in maniera consistente sul settore del commercio con la conseguente chiusura di diverse attività commerciali e la perdita di ulteriori posti di lavoro. Proprio per questo come Amministrazione abbiamo voluto un tavolo tecnico per aprire un confronto ed un dialogo con l’obiettivo di venire incontro alle esigenze di un settore importante per il territorio.

L’incontro di oggi, infatti, ha dato lo spunto per la costituzione di un tavolo tecnico permanente con le categorie del commercio, artigianato e turismo. Uno strumento di confronto di grande rilevanza che darà modo di affrontare diversi temi relativi al settore, tra cui anche quelli di natura logistica e programmatica. Si è partiti dalla Tares, quindi, per avviare un vero e proprio dialogo continuativo con le associazioni di categoria il cui apporto è fondamentale per migliorare la qualità della vita all’interno della città. In conclusione voglio sottolineare che anche l’incontro di oggi è la dimostrazione lampante del fatto che la strada della condivisione e del confronto è sempre la migliore per giungere a soluzioni idonee nell’interesse del bene comune.”

Menu