mercoledì 4 settembre 2013

Tar del Lazio: l’impianto di ammendati va sottoposto a v.i.a. Accolta la memoria presentata dal Consorzio a tutela dell’ambiente contro un progetto di realizzazione di un impianto di ammendanti per l’agricoltura

Sarà necessaria la VIA per poter procedere alla realizzazione dell’impianto di produzione di ammendanti per l’agricoltura da frazione organica differenziata che la società Ares Ambiente srl ha progettato di insediare in territorio del comune di Piedimonte San Germano.

Lo ha stabilito una ordinanza emessa dal Tar del Lazio di Roma con la quale i giudici amministrativi hanno rigettato il ricorso presentato dalla stessa Ares contro la Regione Lazio, il Comune di Piedimonte san Germano e nei confronti del Consorzio di Bonifica Valle del Liri di Cassino e l’Unione Cinquecittà.

Attraverso il ricorso, l’Ares intendeva ottenere l’annullamento nel merito della determina con la quale la Regione Lazio aveva disposto la sottoposizione a VIA (Valutazione Impatto Ambientale) del progetto relativo all’impianto di produzione di ammendanti per l’agricoltura; una procedura che può pregiudicare la realizzazione dell’impianto o comunque ritardarla di molto. La ricorrente, in via cautelare, chiedeva anche di pronunciarsi su ognuna delle criticità sollevate.

Il Consorzio di Bonifica Valle del Liri, parte in causa in quanto la zona interessata dall’ipotizzato insediamento produttivo è attraversata da diversi corsi d’acqua di competenza consortile ed utilizzati per l’irrigazione dei campi, ha presentato una memoria di resistenza al ricorso proposto dalla Ares a tutela dell’ambiente e dell’economia agricola della zona, che potrebbero essere danneggiati dall’attività dell’impianto.

Inoltre, i legali dello studio Marrone e Panzera hanno tra l’altro sostenuto che, ai sensi dell’art. 20 – comma 5 – D. Lgs. 152/2006, “un progetto può essere escluso dalla  VIA solo ove si accerti che da esso non derivino impatti significativi sull’ambiente” e che già il TAR Toscana, Firenze, con sentenza n. 17/2010  ha chiarito che a tal fine è “sufficiente la prospettazione di temute ripercussioni sul territorio collocato nelle immediate vicinanze, ed in relazione al quale i ricorrenti sono in posizione qualificata”.

I giudici del Tar del Lazio di Roma, con propria ordinanza, hanno quindi rigettato la domanda cautelare proposta dalla società Ares, confermando la necessità di sottoporre a VIA il progetto di realizzazione dell’impianto.

Motivando la decisione con “l’insussistenza del pregiudizio grave ed irreparabile” paventato dalla Ares (realizzazione di un progetto similare ad opera di altri soggetti) e con la considerazione che “nella valutazione degli opposti interessi”, proprio come aveva sostenuto il Consorzio, “merita prevalenza quello generale alla tutela ambientale su quello fatto valere dalla parte ricorrente”, cioè il rischio di perdita economica.

Il Consorzio – commenta il presidente Ciacciarelli è sempre in prima linea nella tutela ambientale ed idrogeologica territoriale, la sua morale mission istituzionale; siamo certi che queste ragioni e preoccupazioni prevarranno anche quando questa vicenda entrerà nella discussione di merito”.

Da Jolly Auto, concessionaria FCA del Gruppo Jolly Automobili, parte una fortissima azione di marketing in collaborazione con Leasys.

Cori da stadio in municipio: cade il governo M5S
14 ore fa

ALESSIO PORCU - Cade il III municipio della Capitale. Sfiduciata la mini sindaca del M5S. Cori da stadio. Da entrambi i fronti. ...

Fiuggi, ambulatorio dentistico non in regola: cessata attività e multa di 10mila euro
1 giorno fa

FROSINONE TODAY - Ambulatorio dentistico di Fiuggi nel mirino dei carabinieri del Nas di Latina. A conclusione degli accertamenti espletati a seguito di ...

Sora - Studente morto, il feretro in viaggio verso la Sicilia
18 ore fa

LA PROVINCIA QUOTIDIANO - Nella serata di oggi la salma del 24enne Biagio Pace Orsocane, lo studente di Scienze Infermieristiche dell’Università Tor Vergata – ...

Scopre di avere un tumore ed il marito l'abbandona. Costretta a vivere con meno di 300 euro mensili e con due figli
4 ore fa

FROSINONE TODAY - Il marito se ne va di casa perchè la moglie, una donna di 44 anni, si era ...

Sora - Occupa una casa popolare, assolta 40enne
17 ore fa

LA PROVINCIA QUOTIDIANO - Il marito disoccupato, due figli minorenni. Un evidente stato di necessità dimostrato in aula, durante il processo. Una 40 enne di ...

Inossidabile Fiesta: la piccola di casa Ford diventa grande
21 ore fa

AUTOSHOW24 - Stavolta ce n'è davvero per tutti, dai drivers basic a quelli più esigenti. La nuova Ford Fiesta si è presentata al ...

E tu che Tipo sei? Be Free o Be Free Plus?
23 ore fa

AUTOSHOW24 - Jolly Auto, in collaborazione con Leasys, azienda leader europea nel noleggio a lungo termine, ha studiato una strepitosa formula rateale ...

Gennaio 2018 positivo per il mercato dell'auto. Ecco chi è andato meglio nei Top 5 d'Europa
2 giorni fa

AUTOSHOW24 - Buon inizio di 2018 per tutti i maggiori mercati europei dell'auto, fatta eccezione per il Regno Unito, l'unico che ha registrato ...

Europrogetto DTT, la Regione Lazio ha candidato Frascati
1 giorno fa

THESTARTUPPER - Realizzare in sette anni un impianto in grado di fornire energia elettrica da fusione nucleare entro il 2050. Si chiama DTT, Divertor Tokamak Test ed e' il progetto europeo a cui la Regione Lazio ha candidato il centro Enea di Frascati.

Meno operai, solo specializzati e trasversali: ecco il futuro del Lavoro
1 giorno fa

THESTARTUPPER - Il futuro del mondo del Lavoro in provincia di Frosinone. L'analisi del Consiglio Generale Cisl riunito a Fiuggi. La radiografia del settore. Le prospettive. Le vertenze aperte. I risultati raggiunti. No ai populismi. Ecco dove stiamo andando.

La Birra dell'anno? Viene prodotta in 5 aziende del Lazio
3 giorni fa

THESTARTUPPER - Cinque birre laziali conquistano la medaglia nella XIII edizione del premio 'Birra dell'Anno' promosso da Unionbirrai. I numeri di un fenomeno industriale in crescita.