giovedì 8 settembre 2016 redazione@cassino24.it

Strepitosi ospiti ai nastri di partenza del “Mennea Day” di Cassino

Due olimpionici ai nastri di partenza del “Mennea Day”, l’evento organizzato dal Cus Cassino sulla pista di atletica dello stadio “Salveti” di Cassino lunedì 12 settembre, in contemporanea nazionale con tutte le città italiane per celebrare la freccia del Sud. A rendere omaggio all’olimpionico Pietro Mennea, saranno lunedì altri due olimpionici: il delegato del rettore, professor Daniele Masala e Laurent Denis Ottoz.

Hanno dato la loro adesione anche le campionesse italiane di marcia Anthea e Angelica Mirabello e dall’Università di Cassino, oltre al Magnifico rettore Giovanni Betta, parteciperanno inoltre i professori Rodio, Misiti e Falese. Adesione è giunta anche dal comune di Cassino con il neo sindaco Carlo Maria D’Alessandro ma la manifestazione non è riservata solo agli olimpionici e alle istituzioni, ma a tutta la città.

Il ritrovo è previsto alle ore 16:30 e la partenza della staffetta 200 atleti per 200 metri alle ore 17: essendo una competizione non agonistica la partecipazione è aperta a tutti, basta iscriversi versando un contributo simbolico di un euro che sarà devoluto alla ‘Fondazione Pietro Mennea Onlus’, organizzazione voluta dal campione azzurro ed impegnata in iniziative di solidarietà sociale.

Entusiasta si dice il professor Carmine Calce, che invita l’intera cittadinanza a partecipare all’evento: «Così come le tre passate edizioni, anche quest’anno il “Menena Day” sarà una giornata per correre insieme, anche senza cronometro, per interpretare liberamente, ognuno a modo suo, quei 200 metri legati indissolubilmente alla “Freccia del Sud”. Oltre al Cus, che porterà in pista centinaia di studenti universitari, hanno già dato la loro adesione altre società sportive e atleti di fama nazionale ed internazionale». Lo scorso anno, lo ricordiamo, alla manifestazione prese parte anche il presidente della Banca Popolare del Cassinate, main sponsor della kermesse, Donato Formisano, «esempio di vitalità e di energia», come evidenzia il presidente Carmine Calce. Donato Formisano detiene dunque il record di atleta più anziano, mentre Loris Simone con i suoi 2 anni e 11 giorni è tutt’oggi l’atleta più giovane.

DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO MI SENTO
  • INDIGNATO
  • TRISTE
  • INDIFFERENTE
  • ALLEGRO
  • SODDISFATTO
VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO?
Per ricevere le nostre notizie su smartphone o tablet: clicca qui e scarica la nostra App gratuita
I PIU' LETTI IN CIOCIARIA