8 settembre 2015 redazione@ciociaria24.net

Specialisti del documento falso fermati a Cassino

Provenivano da sud ed erano diretti nella Capitale i due cittadini campani di 46 e 48 anni che questa mattina sono stati bloccati sulla A/1 nei pressi di Cassino da una pattuglia della Polstrada. La Polizia di Stato intima l’alt ad una Fiat Panda che viaggiava a sostenuta velocità e procede al controllo degli occupanti.

Ambiguo l’atteggiamento dei due napoletani che cercano di distrarre con i loro discorsi gli operatori di polizia. I poliziotti avevano visto lungo. L’auto viene controllata ed al suo interno erano state occultate 13 carte di identità, 13 tessere sanitarie del SSNN e comunicazioni per rimborsi irpef, Agenzie delle Entrate con vari importi per un totale di 7574 euro.

I controlli nella banca dati delle Forze di Polizia, consentono di appurare a carico dei partenopei numerosi precedenti penali specifici. La verifica dei documenti recuperati ne conferma la falsità, ma i due non forniscono alcuna plausibile spiegazione sul loro possesso. Scatta la denuncia per i due cittadini campani che dovranno ora rispondere di ricettazione e possesso di documenti falsi ed avviate le indagini sull’illecito mercato dei documenti contraffatti.

 

 

 

Menu