20 settembre 2013 redazione@ciociaria24.net

Sabato 21 intitolazione sede Anc Cassino al Carabinieri Marino Fardelli, ucciso dalla mafia nel 1963

Sabato prossimo l’atto ufficiale. La sede di Cassino dell’Anc del riconfermato Presidente Amedeo Evangelista, sarà intitolata al Carabiniere Marino Fardelli. “Un grande onore e un giusto riconoscimento” ha definito l’atto il consigliere regionale Marino Fardelli nipote della vittima di mafia che con orgoglio donerà per l’occasione all’associazione, insieme alla sua famiglia, un nuovo labaro con la medaglia d’oro concessa ai familiari del carabiniere deceduto nel 1963.

A cinquant’anni dalla strage di Ciaculli che provocò la morte del giovane Fardelli e dei suoi colleghi, è stata celebrata quest’anno una cerimonia sentita e commossa culminata con l’annullo filatelico speciale di Poste Italiane e con la consegna di borse di studio. Commemorazioni che la famiglia del carabiniere deceduto per mano della mafia continua a promuovere “perché nel suo nome si leggono quelli di tutti i giovani carabinieri vittime di mafia che con onore e coraggio hanno lavorato in difesa del nostro Paese”.

Il 21 settembre l’associazione dei Carabinieri di via Pietro Bembo a Cassino, tributerà un riconoscimento che l’on.le Marino Fardelli accoglie con gioia “per il significato profondo di questa intitolazione che, attraverso il suo nome, divulgherà quello di un giovane carabiniere vittima della mafia che, inviato a Ciaculli, trovò la morte in una strage di mafia che, come tutte quelle seguenti, è il monito alla ricerca della legalità sempre e alla difesa del Paese”. Durante cerimonia alla quale parteciperanno i Carabinieri della locale Compagnia, taglieranno il nastro augurale il consigliere regionale Marino Fardelli e il Presidente dell’associazione Amedeo Evangelista.

Menu