ROCCASECCA – Presentata la VI edizione del Memorial “Antonio Fava”. Abbate: “Evento di portata internazionale”

11,800 Km attraverso la storia e il paesaggio di Roccasecca. Dallo Scalo, attraversando le zone di San Rocco, i Pozzi di Caprile, i caratteristici borghi di Caprile e Castello, prima di offrire alla sconfinata marea di lingue, razze e colori, quella degli atleti, l’abbraccio e il tripudio della gente assiepata dietro le transenne nell’arrivo di via Roma. Un percorso suggestivo, in cui è costante la presenza dall’alto, severa e austera, dei ruderi del castello dei Conti d’Aquino, che ricordano dove la città ha dato i natali a San Tommaso.

Sport, natura, cultura, si fondono nel Memorial Antonio Fava, la suggestiva maratona che la Polisportiva intitolata al compianto dottore organizza ogni anno sul finire di maggio. Ieri pomeriggio, nella Sala San Tommaso del Comune di Roccasecca, si è svolta la conferenza stampa di presentazione dell’evento che avrà luogo domenica 27 maggio, alle ore 17,30, con partenza da via Piave e arrivo nella piazza ‘longa’ di Roccasecca Centro.

A presentare l’evento, valido anche per il Campionato italiano laureati in Medicina e Chirurgia, un vero e proprio parterre de roi: il presidente provinciale del Coni, prof. Luigi Conte, il presidente provinciale della Fidal, Alberto Brizzi, Domenico Salvatore, rappresentante dei Giudici di gara, e per la Polisportiva Fava, il presidente Antonio Di Vito e il presidente onorario, il celebre atleta Franco Fava, fratello di Antonio e indimenticato campione di mezzofondo degli anni 70.

Anche le istituzioni non hanno valuto far mancare la loro presenza: per il comune di Roccasecca, l’assessore Alessandro Marcuccilli, per la Regione Lazio, l’onorevole Anna Maria Tedeschi e per la Provincia, che ha voluto patrocinare e sostenere anche economicamente l’evento, l’assessore alla cultura Antonio Abbate.
“Sono orgoglioso di potere essere presente a questa cerimonia di presentazione – ha dichiarato l’assessore Abbate – il Memorial Antonio Fava rappresenta una manifestazione che non è solo sportiva, ma unisce molteplici aspetti: ricorda un carissimo e valentissimo professionista come il dottor Antonio Fava ed offre una vetrina di grandissimo respiro alla città di Roccasecca, con atleti e accompagnatori che giungono da ogni parte del mondo. Una gara, di valore agonistico unico. Con il Memorial Fava, capace di crescere di anno in anno, la città di Roccasecca respira un profumo di internazionalità. L’augurio agli organizzatori, cui va il mio più sentito plauso, è quello di proseguire sulla strada della crescita intrapresa. La Provincia continuerà a garantire il proprio sostegno, perché trattasi di manifestazione che dà lustro non solo alla città di Roccasecca, ma all’intero territorio ciociaro”.

Menu