9 settembre 2013 redazione@ciociaria24.net

Roccasecca – Antonio Abbate: arco medievale al Castello, ormai dimenticato tra incuria ed erbacce

Come accaduto in occasione del Festival Gazzelloni, così anche per il recente evento de Le Cantine, purtroppo, il nostro paese  non ha saputo mostrare al pubblico alcune delle migliori testimonianze del suo patrimonio storico. Mi riferisco, in particolare, all’Arco medievale posto all’ingresso della piazzetta del Castello, lasciato nell’incuria e nell’abbandono, al punto che  l’abbondante vegetazione che lo ricopre ne limita la vista.

Eppure sarebbe bastato un piccolo sforzo ed una maggiore sensibilità, che evidentemente non alberga nei cuori e nelle menti dei nostri amministratori, per promuovere degnamente i luoghi della nostra storia. Si può condividere o meno una manifestazione come Le Cantine, è indubbia però la sua capacità di attrarre visitatori, come è indubbia e altamente stigmatizzabile l’impreparazione che puntualmente mostrano i nostri governanti  a favorire la presenza del turismo culturale nella nostra città.

Ulteriore testimonianza la sparizione della bacheca informativa sulla Via Benedicti che, collocata dalla Provincia sulla centralissima via Roma, indicava uno dei percorsi più significativi del nostro territorio dal punto di vista turistico. Roccasecca è culla di storia e tradizioni che coloro che l’amministrano dovrebbero valorizzare.

Questo accadrebbe in un paese normale. 

Menu