28 gennaio 2012 redazione@ciociaria24.net

Regione, Annalisa D’Aguanno: “Istituzione del Registro Regionale dell’endometriosi per la tutela della salute delle donne”

La Regione Lazio al fianco delle donne per tutelarne la salute.

<L’ultimo passo in ordine di tempo in questa direzione – ha dichiarato Annalisa D’Aguanno, vicepresidente della “Commissione regionale Pari opportunità, politiche sociali, lavoro e politiche giovanili” – l’abbiamo compiuto giovedì scorso quando la IXcommissione di cui sono vicepresidente ha dato parere favorevole alla proposta di legge regionale n. 295 del 7 dicembre 2011, di cui sono firmataria, che ha come obiettivo l’”Istituzione del Registro Regionale dell’endometriosi per la tutela della salute delle donne”>.

Come è spiegato nella relazione introduttiva al provvedimento, che in sede primaria è all’esame della commissione competente per materia, la XIII, Sanità, l’endometriosi è una malattia che colpisce dieci donne su cento in età riproduttiva e rappresenta oggi una delle principali cause di sterilità femminile, rendendo impossibile la maternità a un terzo delle donne affette da tale patologia. Tra l’altro si tratta di un problema sanitario che tocca da vicino anche la provincia di Frosinone dove l’incidenza della malattia è piuttosto sensibile.
<In questo scenario – ha proseguito Annalisa D’Aguanno -la Regione ritiene doveroso impegnarsi contro questa grave affezione promuovendo lo studio dell’incidenza dell’endometriosi attraverso la raccolta dei dati che verranno ottenuti nel cosiddetto Registro regionale dell’endometriosi, chela Regione istituirà proprio a tutela e sostegno di tutte le donne alle quali è stata riscontrata questa malattia. E’ stato infatti accertato che l’assenza di dati sulla frequenza di questa seria patologia nella nostra regione è considerata una grave carenza. Dunque, il Registro servirà proprio a colmare questa lacuna>.

Spostando l’attenzione su altri ambiti, vanno ricordati anche i provvedimenti a favore delle donne vittime di violenza e delle madri in condizioni di disagio inseriti nella proposta di legge regionale di riforma del welfare proprio grazie ad alcuni emendamenti presentati da Annalisa D’Aguanno nella Commissione Pari opportunità, di cui è vicepresidente.

Menu