PONTECORVO – Mario Abbruzzese visita il presidio infermieristico cittadino

“Ho voluto visitare questa nuova unità per prendere visione di come stanno procedendo le attività, all’indomani della riorganizzazione della geografia sanitaria regionale, assumendomi l’impegno di far sì che in breve tempo essa possa ospitare il maggior numero possibile di ambulatori”. Lo ha detto il presidente del Consiglio regionale del Lazio, Mario Abbruzzese, a margine della visita presso l’unità di degenza infermieristica allestita nelle strutture del Pasquale del Prete di Pontecorvo.

“So perfettamente – ha continuato Abbruzzese – che proprio quest’ultima ha determinato non pochi dissapori nella comunità locale e dunque ritengo doveroso da parte mia dedicare particolare attenzione a questo presidio territoriale sanitario che rappresenta un esperimento importante verso la riorganizzazione di tutta la sanità provinciale e regionale. L’auspicio è che anche i medici di base comprendano la portata di questa ‘rivoluzione’ e collaborino per far raggiungere la piena efficienza a questa struttura”.

“La Regione Lazio sin dall’inizio della legislatura ha fatto scelte coraggiose affinché fossero tagliati tanti sprechi che nel tempo hanno portato la sanità regionale al collasso. Nel solo 2009 avevano un disavanzo strutturale di circa 1.6miliardi di euro. A fronte di questo, è stato necessario intervenire commissariando l’intero settore e provvedendo a razionalizzarlo attraverso un serrato piano di rientro. Le già strette scadenze del piano – ha puntualizzato il presidente del Consiglio regionale del Lazio – sono state ulteriormente appesantite proprio negli ultimi giorni dalle decisioni di spesa contenute nel decreto sulla spending review che obbligano la Regione a recuperare nei prossimi tre anni risorse per circa 3miliardi di euro”.

“A questo punto non possiamo quindi che privilegiare l’efficienza e invertire la rotta rispetto ai debiti di un passato che non possiamo più scaricare sulle nuove generazioni. La riconversione del Del Prete è perfettamente in linea con questo obiettivo ed è un esempio che dobbiamo monitorare con costanza affinché possa essere riprodotto anche in altre realtà territoriali. Il reparto di Degenza Infermieristica, in funzione 24 ore su 24, con l’ausilio di personale infermieristico specializzato, medici di base e guardia medica, – ha concluso Abbruzzese – è tra l’altro perfettamente in linea con le disposizioni ministeriale contenute nel cosiddetto decreto Balduzzi, che il ministro della Salute presenterà in Consiglio dei Ministri nei prossimi mesi”.

Menu