Pontecorvo e paesi limitrofi: Carabinieri sequestrano disariche

Nella mattinata odierna, nel territorio di Pontecorvo, nel corso di un servizio straordinario di controllo del territorio attuato dai reparti dipendenti della locale Compagnia,  finalizzato alla repressione di reati ambientali, procedevano al sequestro preventivo di varie aree adibite a discarica di rifiuti speciali, site in:

  • Aquino, località Castelluccio, due aree demaniali complessivamente di 120 mq circa, consistenti in n.30 lastre eternit della misura 3 mt  x 4 mt, pneumatici, elettrodomestici dismessi, nr. 1 fusto da lt. 200 e nr. 2 fusti da 20 lt contenenti filtri olio esausti;
  • Ceprano, via del Rio, di due aree, complessivamente di 200 mq circa, consistenti in nr. 3 lastre di copertura di amianto e materiale di risulta;
  • Coreno Ausonio, località strada comunale lungo l’Ausente, di due aree demaniali, complessivamente di 60 mq circa, consistenti in frigoriferi, eternit, materiale plastico nonché materiale di risulta;
  • Pontecorvo, località ponte Teano, di un’area di 110 mq circa, di proprietà di una società, consistenti in frigoriferi, pneumatici e materiale inerte;
  • San Giovanni Incarico, località Madonna della Selva, di un’area boschiva di proprietà demaniale, di 100 mq circa, consistenti in frigoriferi, materassi e materiale plastico;
  • Roccasecca, località san vito, un’area demaniale di 100 mq circa, consistenti in pneumatici, frigoriferi, materiali inerte e vari elettrodomestici dismessi;
  • Esperia, un’area di 200 mq circa, di proprietà ed adiacente all’abitazione di un sessantunenne, consistente in carcasse metalliche, frigoriferi, pneumatici e rifiuti ferrosi.

In Pontecorvo, i Carabinieri della locale Stazione, nel corso di predisposto servizio per il controllo del territorio, hanno deferito in stato di libertà, poiché resosi responsabile dei reati di “guida senza patente” e “rifiuto dell’accertamento dello stato di ebbrezza alcoolica”, un trentacinquenne del luogo. A seguito del controllo eseguito dai militari operanti, veniva accertato che l’uomo si era messo alla guida di un autocarro senza aver mai conseguito la patente. Nel medesimo contesto, l’interessato si rifiutava di sottoporsi al test alcolimetrico. Il veicolo veniva sottoposto a fermo amministrativo.

Menu