12 settembre 2013 redazione@ciociaria24.net

Petrarcone – un piacere aver ricevuto il presidente del Ciociaro Club

“È un onore aver ricevuto oggi il presidente del Ciociaro Club di Windsor a testimonianza di un rinnovato rapporto tra Cassino e la città canadese, in particolare con il club stesso.” A dichiararlo è stato il sindaco di Cassino, Giuseppe Golini Petrarcone, a margine dell’incontro di questa mattina in Comune con il presidente del Ciociaro Club, Giulio Malandruccolo ed il direttore del museo dell’emigrazione della Ciociaria e del Lazio Bruno Vacca. “Il Ciociaro Club – ha continuato il sindaco – è una realtà importante, con ben 1700 associati, ed è la più grande struttura realizzata all’estero da emigranti italiani con oltre 33 mila metri di superficie che ospitano iniziative ed attività di ogni natura: da quelle culturali ed artistiche, a quelle commerciali e sportive, finanche quelle religiose.

Nel 2013 Cassino è stata nominata dal Ciociaro Club Comune dell’anno; un riconoscimento importante che è stato sugellato con la cerimonia di gemellaggio nella scorsa primavera e che rappresenta per tutti noi un grande onore. L’incontro di oggi testimonia l’importanza di un legame tra il club e la nostra città ed è stato l’occasione per parlare anche di alcune iniziative da condividere e da inserire all’interno delle cerimonie per il Settantesimo della distruzione.” Anche il presidente del Ciociaro Club, Giulio Malandruccolo, originario di Ripi, ha sottolineato l’importanza di questo gemellaggio con la città di Cassino. “Sono stato felice – ha sottolineato Malandruccolo – di aver incontrato il sindaco ed altri amministratori della città; anche perché ogni volta che vengo in Italia, cioè ogni anno, ne approfitto sempre per far visita a Cassino e a Montecassino.

Sono molto legato a questi posti e mi fa piacere che adesso si sia intrapreso questo nuovo percorso che vede Cassino ed il Ciociaro Club condividere varie iniziative. Infine mi fa piacere anche sottolineare che finalmente anche in Canada di vedono tante automobili prodotte dalla Fiat grazie al legame tra l’azienda automobilistica di Torino e la Chrysler. Un dato importante che fa bene sia alla comunità canadese che a Cassino, sede di uno degli stabilimenti Fiat più importanti.”

Menu