Petrarcone: “Trasferimento tribunale a Cassino regolare contrariamente a quanto afferma Sora”

“In merito al nuovo ricorso presentato dal Comune di Sora e relativo al trasferimento del Tribunale sorano presso la nuova sede di Cassino, come Comune abbiamo presentato presso gli uffici competenti del Tar del Lazio la documentazione necessaria per fornire al giudicante un quadro più compiuto e definito dell’attuale situazione del Tribunale di Cassino. Grazie a questa documentazione è emersa l’assoluta bontà del lavoro svolto da questa Amministrazione per rendere possibile il trasferimento delle sedi distaccate dei tribunali di Sora e Gaeta presso la sede centrale di Cassino. C’è da sottolineare, inoltre, che il personale di Sora è già stato trasferito ed ha preso servizio nella nuova sede; mi riferisco sia ai magistrati che al personale amministrativo.

Il tutto è avvenuto nel pieno rispetto delle disposizioni previste dalla legge e di quelle disposte dal presidente del Tribunale di Cassino, dott. Ghionni, da cui si evince come l’accorpamento della Sezione distaccata, contrariamente a quanto sostenuto dal Comune di Sora, è avvenuto, nelle strutture della sede centrale già in uso del Palazzo di Giustizia della nostra città, senza l’insorgenza di alcun tipo di problema organizzativo e tantomeno burocratico. Questo a conferma che ormai il potenziamento del Tribunale di Cassino è una realtà e che senza fare del campanilismo è arrivato il momento di collaborare tutti insieme per la crescita dell’intero territorio del Basso Lazio a seguito dell’ormai consolidato nuovo assetto giudiziario. Ci tengo a sottolineare, infine, che come Comune abbiamo presentato questa ulteriore documentazione esclusivamente per fare chiarezza e ristabilire la verità davanti al Tar; non si è trattato assolutamente  di un provvedimento contro Sora, ma semplicemente di un atto dovuto che va a riconoscere gli sforzi fatti da questa Amministrazione e dall’intera città di Cassino per fornire tre sedi di alto livello per il nuovo Tribunale.” È quanto emerge in una nota a firma del sindaco di Cassino Giuseppe Golini Petrarcone.

 

Menu