Petrarcone chiede reintegro per i 32 dipendenti del San Raffaele di Cassino

“Auspico una soluzione in tempi rapidi per la riapertura del reparto ed il conseguente reintegro dei 32 dipendenti del San Raffaele per i quali è stata avviata la procedura di licenziamento.” A dichiararlo il sindaco di Cassino, Giuseppe Golini Petrarcone, che ha voluto rappresentare il sostegno e quello dell’amministrazione comunale ai lavoratori del San Raffaele.

“Quanto sta succedendo al San Raffaele – ha continuato il sindaco – purtroppo è lo specchio di un momento di crisi globale che sembra non trovare mai fine. Parliamo di una struttura che fornisce un’assistenza fondamentale per il territorio e che rappresenta un punto di eccellenza per quanto concerne la riabilitazione. La chiusura del reparto, qualora confermata, rappresenterebbe una grave perdita per l’intera sanità locale anche in termini di posti letto e di lungodegenza a disposizione dei cittadini del nostro territorio. Anche in virtù di ciò sono sicuro che tutte la parti interessate dal problema provvederanno in tempi brevi a trovare una soluzione che possa garantire la riapertura del reparto, preservando i 32 posti di lavoro e ponendo fine ad una vertenza che ormai va avanti da troppo tempo. I lavoratori del San Raffaele, che in questi anni hanno sempre dimostrato grande professionalità, rappresentano una risorsa fondamentale ed hanno il sostegno delle istituzioni in un momento di grande difficoltà come questo.”

Menu