Petrarcone – Cassino pronta per la Notte Bianca della Cultura

“Sabato ci apprestiamo a vivere una giornata, anzi una nottata, diversa dal solito con la prima edizione della Notte Bianca della Cultura.” A dichiararlo è stato il sindaco di Cassino, Giuseppe Golini Petrarcone, in merito alla manifestazione che vedrà la città diventare un unico grande palco sul quale avranno luogo più di cento eventi. “Le oltre 50 associazioni culturali coinvolte – ha continuato il sindaco –  tra teatro, musica e tradizioni sono l’ulteriore dimostrazione che sin da subito si è voluto dare a questo grande evento un’impostazione del tutto innovativa e diversa da quella tradizionale. Questo è stato possibile grazie all’ottimo lavoro svolto dall’assessore Grossi, dalla Pro Loco di Cassino che è stata in grado di organizzare una manifestazione di alto profilo e da Domenico Durante e Antonio De Rosa che hanno curato nei minimi dettagli ogni ambito, offrendo ad ogni target di partecipante un appuntamento da seguire. Sport, spettacoli, degustazioni, art designer, video architettura, un pizzico di innovazione e la buona tradizione dello spettacolo avvolgeranno i visitatori per una serata tutta da vivere. Risultati importanti, oltre cento spettacoli in una sera, che ravviveranno ogni strada ed ogni vicolo della città. Una grande festa, quindi, che avrà inizio alle 20, con l’inaugurazione prevista in Corso della Repubblica, che andrà avanti fino alle 4 del mattino e per la quale ogni dettaglio è stato curato nei minimi particolari. Proprio questa mattina, infatti, abbiamo avuto un incontro con le Forze dell’Ordine nel corso del quale abbiamo definito i vari aspetti legati all’ordine pubblico. Sabato ci aspettiamo grande partecipazione da parte dei cittadini non solo di Cassino e per questo nulla è stato lasciato al caso. Una grande festa della cultura che offrirà alla città la possibilità di far emergere quelle potenzialità che talvolta restano sopite, senza tralasciare il fatto che questa manifestazione rappresenta anche un’ottima occasione per aiutare l’economia locale, anche attraverso il rispetto delle regole. Proprio per questo anche  per tutelare i tanti commercianti di Cassino che hanno aderito a questa manifestazione abbiamo voluto dare un’impostazione prettamente culturale alla serata senza rilasciare alcun tipo di autorizzazione agli ambulanti che non potranno, quindi, posizionarsi per le strade della città. È anche una questione di immagine dal momento che sono previsti più di 30 mila visitatori per quella che sembra destinata ad essere la prima di una serie di grandi eventi, e che farà di Cassino un punto di riferimento per un territorio molto vasto. La macchina organizzativa, infatti, ha lavorato molto coinvolgendo, anche grazie alle associazioni, ben quattro province e diverse regioni, tra cui Molise, Campania e Abruzzo, per un raggio d’azione molto ampio nel quale Cassino sarà il centro sia culturale che turistico.”

Menu