Petrarcone – Cassino entra a far parte del Cda dell’associazione teatrale comuni del Lazio

“Il comune di Cassino è entrato a far parte del Consiglio di Amministrazione dell’Atcl (Associazione Teatrale Comuni del Lazio) a seguito dell’incontro avvenuto la scorsa settimana a Roma.” A darne notizia è il sindaco di Cassino, Giuseppe Golini Petrarcone, che ha espresso soddisfazione per l’importante obiettivo raggiunto a seguito della modifica dello statuto dell’Atcl. “Essere entrati a far parte del Cda dell’Associazione Teatrale Comuni del Lazio – ha continuato il sindaco – è un importante riconoscimento per la città ed al lavoro svolto in ambito culturale che ha portato Cassino ad essere il vero punto di riferimento in questo settore per il sud della nostra Regione (gli altri comuni a farne parte sono Rieti, Latina e Montalto di Castro). Ringrazio l’assessore Grossi per aver curato e portato avanti questo progetto, giungendo ad un grande risultato che rappresenta un’importante vetrina per la città.” Ed è proprio l’assessore alla cultura del Comune, Danilo Grossi, a spiegare i vantaggi dell’essere entrati a far parte del Cda dell’Atcl.

“È un traguardo importante – ha sottolineato Grossi – perché l’Atcl non è un organo di facciata, ma una realtà che lavora in maniera concreta ed attiva in Regione da diverso tempo. Questo in considerazione del fatto che negli ultimi due anni e mezzo, sotto la gestione Polverini, l’assessorato alla cultura della Regione Lazio è stato praticamente invisibile e l’unico organismo che in questo periodo è stato in grado di portare avanti progetti culturali seri è stata proprio l’Associazione Teatrale Comuni del Lazio. Si tratta, dunque, di un organo operativo e farne parte significa partecipare direttamente alle scelte culturali che riguardano la nostra regione. Fondamentali, sotto questo profilo, sono stati gli incontri delle scorse settimane che hanno portato alla modifica dello statuto dell’Associazione, attraverso la quale si è voluto inglobare nella gestione degli eventi dell’Atcl tutte le arti che prevedono spettacoli dal vivo. Inoltre, sarà possibile, presentando progetti validi, avere accesso diretto ai finanziamenti europei senza dover passare prima per i canali regionali. Un aspetto, quest’ultimo, che rappresenta un indubbio vantaggio per quei comuni, come il nostro, che fanno parte del Consiglio di Amministrazione dell’Associazione Teatrale Comuni del Lazio.”

Menu