10 gennaio 2012 redazione@ciociaria24.net

Petrarcone: a Subiaco si rinnova la collaborazione fra le tre città benedettine

Dopo diversi anni finalmente oggi ha avuto un incontro tra le tre città benedettine d’Italia per discutere una serie di di iniziative da portare avanti di comune accordo” A riferirlo è il Sindaco di Cassino, Giuseppe Golini Petrarcone, che questa mattina si è recato a Subiaco per partecipare ad un incontro cui erano presenti, oltre al Sindaco locale, anche il primo cittadino di Norcia ed un rappresentante del Comune di Roiate, piccolo paese nelle vicinanze di Subiaco. “E’ stata l’occasione – ha spiegato Petrarcone – per gettare le basi, grazie anche alla presenza dell’Abate di Subiaco, di Don Antonio Potenza in rappresentanza della Diocesi di Montecassino e di Don Mario in rappresentanza dell’arcivescovato di Spoleto di cui fa parte Norcia, di un percorso di condivisione sulla terra di San Benedetto. Un percorso che partirà quest’anno con l’istituzione di un comitato permanente, il cui compito sarà consisterà nell’organizzazione di diversi eventi che hanno come matrice comune il tragitto che la fiaccola benedettina dovrà compiere, oltre alla scelta delle città attraversate dalla stessa. Nel corso dell’incontro, inoltre, è stato sottolineato più volte che attraverso questo percorso si vuole ribadire la natura cristiana dell’Europa, facendo riscoprire, magari inserendole anche all’interno di una nuova carta costituzionale europea, le radici cristiane del Vecchio Continente.”

L’incontro è servito anche a stabilire che la partenza della fiaccola Benedettina quest’anno avverrà da Malta, dove il 3 marzo verranno ricevute, dall’ambasciatore italiano, le delegazioni di Cassino, Norcia e Subiaco. Il 4 marzo, invece, ci sarà l’udienza nel palazzo del Parlamento dei Malta alla presenza dell’autorità politiche ed ecclesiastiche. Infine, su proposta del presidente del Consiglio Comunale di Cassino presente all’incontro di Subiaco, è stata condivisa, anche dai rappresentanti delle altre due città benedettine, l’istituzione per il 9 maggio de “La giornata dell’Europa”, il cui programma verrà definito nei prossimi mesi.

Menu