“Per un tappeto in più”: Far west a Cassino, commerciante schiva coltellate. Ecco l’arma

I carabinieri della Stazione di Cassino, coadiuvati dagli uomini del NORM della locale Compagnia, hanno arrestato un 42enne della provincia di Caserta, responsabile di “estorsione aggravata” nei confronti di un noto commerciante di Cassino dal quale, nei giorni scorsi aveva acquistato un tappeto persiano pagandolo con un assegno risultato poi insoluto.

Il commerciante dopo varie peripezie ha rintracciato l’acquirente, al quale, in cambio della restituzione del tappeto ha promesso la corresponsione della somma di euro 500, anticipando euro 250, come primo acconto. Nel corso della mattinata, l’arrestato, dopo una serie di minacce telefoniche, si è presentato presso il negozio della vittima chiedendogli i restanti 250 euro e/o la restituzione del tappeto.

Al rifiuto del commerciante, lo ha aggredito con un grosso coltello cercando di colpirlo sul volto e all’addome e solo grazie ai riflessi della vittima, i colpi non è andato a segno. Successivamente l’arrestato si è dileguato per le vie adiacenti, venendo subito dopo rintracciato dai militari. L’uomo, dopo le formalità di rito, è stato associato presso la Casa Circondariale di Cassino, a disposizione del P.M. di turno – Dott.ssa Armanini, Il coltello è stato sottoposto a sequestro.

 

Menu