Paura in centro a Cassino: lancio di bottiglie in vetro su assessore e consigliere

Brutto episodio ieri a Cassino, a testimonianza del fatto che il nervosismo per una crisi occupazionale senza fine sfocia sovente in gesti sconsiderati come l’aggressione di ieri a Cassino ai danni dell’ass. Consales e del consigliere . Questa la ricostruzione dei fatti secondo quanto riportato da Alberto Simone su Ciociaria Oggi.

«I fatti si sono verificati poco dopo le 17 dinanzi a un noto bar vicino il municipio. I due amministratori stavano dialogando a un tavolino quando un cittadino si è avvicinato con aria minacciosa alzando la voce, tanto che tutti gli altri clienti si sono immediatamente allontanati. Stando alle testimonianze dei presenti il cittadino, rivolgendosi all’assessore Consales avrebbe chiesto a gran voce di risolvere l’emergenza occupazionale che colpisce lui e tanti altri concittadini. Una richiesta condita da minacce e toni esasperati. E quando il consigliere Iemma è intervenuto per provare a placare l’ira e a portare la discussione su toni civili il malintenzionato è passato dalle parole ai fatti. In preda alla rabbia ha preso i carrellati della differenziata dove viene conferito il vetro e ha iniziato a lanciare i rifiuti pericolosi all’indirizzo dei due amministratori, che solo grazie a un miracolo sono riusciti a schivare le bottiglie di vetro. Attimi di paura e di vero panico in centro ai quali quali si è messo fine solo grazie all’arrivo delle forze dell’ordine alla cui vista il cittadino malintenzionato è fuggito via. La Polizia è sulle sue tracce e, nonostante i due amministratori non abbiano sporto formale denuncia alle forze dell’ordine, si potrebbe in ogni caso procedere d’ufficio».

Scossi e impauriti, i due esponenti dell’amministrazione comunale di Cassino hanno dichiarato: È diventato difficile amministrare questa città dove il disagio sociale cresce ogni giorno di più, ma noi non possiamo fare miracoli. Stiamo facendo il possibile e l’impossibile».

Menu