12 dicembre 2013 redazione@ciociaria24.net

PALASPORT CASSINO: la proposta pubblica di Donatella Formisano, presidente della Virtus Tsb capolista in DNC

Ho letto con attenzione ed in maniera compiaciuta le parole, diffuse a mezzo stampa, del Sindaco della nostra città, Giuseppe Golini Petrarcone , in merito alla volontà di risolvere il problema del Palazzetto dello Sport di Cassino. Tutti riconosciamo la sua attenzione allo sport ed al sociale e soprattutto io che mi fregio dell’onore di essergli amica da sempre. Per riportare fedelmente quanto è accaduto noi della Virtus Cassino abbiamo chiesto di giocare a Cassino all’amministrazione comunale, con domanda protocollata il 22 maggio 2013.

Faccio presente e tengo a sottolineare come, nel rispetto della Società AD Pallacanestro Cassino, attuale gestore dell’impianto comunale di Via De Feo, altrimenti conosciuta come Longo & Pagano Basket, la Virtus Cassino, per ben due anni , 2011 – 12 & 2012 – 13, ha giocato e svolto attività agonistica, campionato regionale di Serie D, lontano dalla città di cui porta fieramente il nome sulle maglie, evitando così di intralciare attività esistenti già consolidate dell’altra società.

La Virtus Cassino, dunque, non ha mai chiesto la gestione esclusiva del bene pubblico rappresentato dal Palazzetto dello Sport . La Virtus Cassino ha chiesto semplicemente , e solo da quest’anno , considerata la scomparsa della prima squadra dell’ AD Pallacanestro Cassino , sempre  altrimenti conosciuta come Longo & Pagano Basket, non certo per nostra volontà , di poter utilizzare, in tempi e modi da concordare con il proprietario del bene pubblico, cioè il Comune, il Palazzo dello Sport di Via De Feo.
L’amministrazione comunale ha risposto in data 14 giugno in modo affermativo alla possibilità  che la Virtus disputasse a Cassino sia le partite casalinghe del Campionato Nazionale di DNC che 3 allenamenti settimanali di due ore ciascuno. Tale autorizzazione era a firma dell’Assessore allo Sport del Comune di Cassino, Danilo Grossi .

Il problema è sorto allorquando il 5 luglio 2013 , l’amministrazione comunale si trovava di fronte ad un tacito rinnovo di una convenzione , stipulata tra il Comune di Cassino ed il gestore , nel luglio del 2010, in riferimento a delibera  comunale del 29 maggio 2010 . A questo l’attuale gestore diviene il nostro interlocutore . In diversi incontri ed in diverse circostanze, il gestore privato del bene pubblico ha formulato alla società da me rappresentata , per l’utilizzo dello stesso bene pubblico delle richieste economiche ritenute non congrue rispetto al bilancio della Società che io rappresento.
Nella vicenda economica abbiamo argomentato sia in risposta alla richieste del gestore , sia all’Amministrazione Comunale , evidenziando l’esosità di quanto a noi richiesto, in considerazione delle spese vive (corrente elettrica e riscaldamento) effettivamente sostenute da chi invece usufruiva del bene pubblico a costo zero.

A questo punto , poiché è nostra intenzione condividere il Palazzetto dello Sport di Cassino, con l’altra Società di Cassino, che milita nel campionato di promozione regionale, con spirito di collaborazione, lealtà e sportività che deve contraddistinguere la gestione di una Società dilettantistica, facciamo pubblicamente la seguente proposta , tenendo conto del fatto che siamo ben a conoscenza dell’esistenza della convenzione (che non significa tuttavia utilizzo esclusivo) tra il Comune di Cassino e l’attuale gestore, in merito alla quale si potrebbe obiettare, essendo il Palazzetto dello Sport un bene pubblico,  che sia stata stipulata senza l’espletamento di una procedura di bando pubblico.

Ad ogni modo, la nostra proposta si articola nei seguenti punti :

  • La Virtus Cassino è disponibile a condividere le spese vive, quelle cioè effettivamente sostenute ed effettivamente documentate, in base all’utilizzo del Palazzetto dello Sport di Via De Feo , da parte nostra, per complessive 6 ore settimanali ( 3 allenamenti) + 1 partita ogni 15 giorni .
  • Al fine di poter brandizzare,  per le partite casalinghe del nostro campionato nazionale, con i nostri sponsor ed i nostri marchi il campo di gioco , chiediamo al gestore di rimuovere il giorno prima dell’evento, tutta la cartellonistica facente riferimento ai propri sponsor. Sarà poi nostra cura al termine delle gare casalinghe, rimuovere le nostre pubblicità oltre ai nostri marchi. Su questo punto , oggetto di discussione nell’incontro tenutosi lo scorso mese di ottobre presso il Palazzetto dello Sport di Via Appia tra Dino Pagano, in rappresentanza del Gestore, il dott. Di Murro in rappresentanza dell’Amministrazione comunale ed il prof. Vincenzo Formisano, in rappresentanza della Virtus Cassino, vorrei precisare e sottolineare che persino in realtà più blasonate ( stadi calcistici di Milano e Roma ad esempio) si condividono gli sponsor ed i segni ad essi riferiti si rimuovo al termine di ogni evento agonistico.
  • Gestita questa fase di transizione, poiché riteniamo la società che gestisce il palazzo dello sport sia un patrimonio culturale e sociale della nostra città, come d’altra parte lo è la Virtus Cassino, di firmare un nuovo protocollo di convenzione tra il Comune, l’attuale gestore e la Virtus Cassino.

Questa proposta pubblica, sgombra il campo da qualsiasi illazione di voler eliminare o escludere chiunque dall’utilizzo della struttura di Via De Feo,  bene pubblico,  che ritengo , anche questo, patrimonio della città e di tutti i cittadini. E per tale motivo dovrebbe essere utilizzato, ripeto da tutti ed  alle stesse condizioni.  Rispetto ai tre punti della nostra proposta, nella piena trasparenza e nel rispetto di tutti gli attori in gioco, siamo disponibili sin da ora, ad incontrarci ed a risolvere, in maniera condivisa, la problematica relativa all’utilizzo del palazzetto dello Sport. Per tutto quanto sopra esposto, riteniamo, noi della Virtus Cassino, che l’azione del Comune di Cassino e dell’Amministrazione nell’attività di mediazione tra le due entità sia indispensabile, per cui ringrazio sin d’ora quello che il Sindaco e tutti i componenti l’Amministrazione faranno in questo senso.

Donatella Formisano
Presidente Virtus TSB Cassino

Menu