martedì 15 settembre 2015 redazione@cassino24.it

Noto professionista di Cassino preso a catenate in testa

Nel pomeriggio di venerdì scorso, 11 settembre, un rinomato professionista di Cassino, mentre stava aprendo il portone d’ingresso dello stabile ove si trova il proprio studio, è stato colpito ripetutamente alla testa ed il altre parti del corpo con una catena di ferro da uno sconosciuto.

Il provvidenziale arrivo di una donna residente nel palazzo ha meso in fuga l’aggressore evitando alla vittima conseguenze ben peggiori. Il malcapitato ha chiesto l’intervento di una pattuglia della Polizia di Stato.
Sul posto è giunto personale del Commissariato di Cassino trovando l’uomo con numerosi ed evidenti ecchimosi su testa, volto e braccia, tanto da dover far ricorso alle cure dei sanitari.

La vittima ha poi raccontato agli agenti di non aver avuto riconosciuto l’aggressore poiché è stato colpito prima alle spalle e poi, per ripararsi dai colpi al volto, non ha avuto modo di guardarlo; ha riferito però di frasi pronunciate con cadenza campana. Sono partite quindi le indagini degli investigatori della squadra di polizia giudiziaria del Commissariato per risalire all’autore della violenta aggressione.

L’attività di polizia si è concentrata nella cerchia della clientela del professionista e sulle immagini delle telecamere del sistema di videosorveglianza comunale, adiacenti al luogo del misfatto. Dopo pochi giorni ed i riscontri investigativi hanno portato ad individuare il responsabile proprio in un cliente della vittima, di origini casertane. A scatenare l’inaudita violenza una prestazione lavorativa insoddisfacente. Per quanto accaduto, il casertano è stato denunciato in stato di libertà per il reato di lesioni aggravate.

DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO MI SENTO
  • INDIGNATO
  • TRISTE
  • INDIFFERENTE
  • ALLEGRO
  • SODDISFATTO
VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO?
Per ricevere le nostre notizie su smartphone o tablet: clicca qui e scarica la nostra App gratuita
I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA