2 dicembre 2013 redazione@ciociaria24.net

MONDIALI DI CORSA CAMPESTRE A CASSINO: Mercoledì 04 presentazione dell’evento

La città di Cassino ospiterà per la prima volta in assoluto i campionati mondiali di corsa campestre. All’indomani dell’ “incoronazione” ricevuta il mese scorso a Bruxelles dove si è svolto il vertice della Fisu (Federazione Italiana Sport Universitari) e dove l’Ateneo di Cassino ha avuto la meglio sui competitors spagnoli e cinesi – fino all’ultimo in corsa per aggiudicarsi i mondiali di cross country – mercoledì prossimo il rettore Ciro Attaianese e il presidente del Cus Carmine Calce presenteranno l’evento in una conferenza stampa. Il 4 dicembre alle ore 17, all’interno dell’aula magna del Campus Folcara, il Magnifico e lo staff del Centro Universitario Sportivo, unitamente al sindaco di Cassino Petrarcone, al presidente del Cusi Leonardo Coiana, al segretario generale del Coni Roberto Fabbricini e al vice presidente della Fidal Mauro Nasciuti, illustreranno i dettagli dell’evento, in programma nel 2016, ma per il quale è già pronta la macchina organizzativa, rodata e collaudata nel corso dei Cnu del maggio scorso. La presentazione dei mondiali di corsa campestre sarà anche l’occasione per far calare definitivamente il sipario sui Campionati Nazionali Universitari con la premiazione degli atleti dell’Uniclam vincitori dei Cnu e con un riconoscimento ai tanti volontari che si sono adoperati per la buona riuscita dell’evento del maggio scorso. Ben 12 saranno gli studenti-atleti premiati mercoledì pomeriggio: Alessandro Berdini (oro atletica); Simone Falloni (oro martello); Marco Forcina, Simone Arduini e Maria Goglia (oro taekwondoo); Prisco Casertano (oro judo); Fabiana Gironi (bronzo karate); Fabio Camerota, Renato Nunziata, Ugo Sacchetti e Miko Bianchi (argento scherma e squadra terza classificata), ed infine Roberto Bertocini medaglia d’oro. Della ricaduta infrastrutturale che potrà esserci sulla città con i campionati mondiali di corsa campestre parla il presidente del Cus Carmine Calce, che lancia l’idea di realizzare una pista ciclabile e pedonale che colleghi l’Università alla Città. «Con i Cnu abbiamo migliorato l’offerta degli impianti sportivi, questa è un’altra grande opportunità: con i campionati mondiali di corsa campestre del 2016, oltre ad avere i migliori atleti universitari del mondo a Cassino – conclude Calce – siamo certi di lasciare un segno tangibile della nostra attività sul territorio».

Menu