giovedì 2 agosto 2012 redazione@cassino24.it

MARIO ABBRUZZESE: “Mi adopererò per riqualificare il vecchio ospedale di Cassino”

“Mi adopererò affinché la Giunta possa intervenire concretamente per riqualificare il vecchio ospedale di Cassino, così come invita a fare la mozione presentata dalla consigliera Tedeschi che ho condiviso e che oggi è stata approvata dall’Aula. Sarebbe un ottima notizia per tutti coloro che già operano in una struttura particolarmente preziosa da un punto di vista sociale visto che offre servizi di assistenza di primo livello non solo agli abitanti della nostra regione, ma anche per tanti che provengono da altre regioni d’Italia”. Così Mario Abbruzzese, presidente del Consiglio regionale del Lazio, a seguito dell’approvazione della mozione sulla valorizzazione e l’utilizzo del vecchio ospedale di Cassino.

“Una ragionata ristrutturazione di questo edificio che peraltro è patrimonio della Regione Lazio, ci consentirebbe – continua Abbruzzese – di dare ai servizi offerti dalla Asl di Frosinone una collocazione più adeguata e funzionale alle esigenze aziendali e dei cittadini. Nondimeno permetterà alla Casa di Carità di Cassino di assistere con maggiore efficacia ed efficienza tante persone che hanno bisogno di assistenza sociale, aprendo questa opportunità anche alle donne e ai nuclei familiari”.

“I costi dell’attuale crisi li stanno pagando soprattutto le fasce più deboli della società che permangono in una situazione di povertà assoluta. E il dato più nuovo e preoccupante, come ha sottolineato anche l’Istat non più di dieci giorni fa, – ha concluso Abbruzzese – è proprio il progressivo impoverimento di ampi strati di famiglie: nel 2011, l’11,1% delle famiglie è relativamente povero e il 5,2% lo è in termini assoluti. Intervenire dunque su strutture come questa di Cassino è un modo in più e non particolarmente oneroso per sostenere le politiche regionali di welfare”.

DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO MI SENTO
  • INDIGNATO
  • TRISTE
  • INDIFFERENTE
  • ALLEGRO
  • SODDISFATTO
VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO?
Per ricevere le nostre notizie su smartphone o tablet: clicca qui e scarica la nostra App gratuita
I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA