4 settembre 2013 redazione@ciociaria24.net

L’Assessore regionale al Lavoro Valente in visita al CPI di Cassino. Fardelli: “Creare condizioni di maggiore occupazione e orientamento al lavoro. Oggi indispensabile il lavoro dei centri per l’impiego”

Una visita gradita e rassicurante quella dell’Assessore regionale al Lavoro Lucia Valente che questa mattina ha fatto visita all’ufficio provinciale del lavoro di Cassino. Nel giorno di ripresa della Fiat in un clima difficile e incerto di cui risente inevitabilmente tutto il cassinate insieme ai 3900 addetti, la presenza dell’Assessore in città è stata occasione per un momento di confronto al quale ha partecipato il consigliere regionale Marino Fardelli: “Una giornata significativa. La Fiat è l’emblema della crisi occupazionale che vive il cassinate e la Valle di Comino, schiacciate poi dalle regioni circostanti dove sgravi fiscali e incentivi hanno creato migrazione di aziende”. La situazione è stata descritta all’Assessore Valente, alla quale l’on. Fardelli ha richiesto la massima attenzione e interventi urgenti così come già fatto per la zona nord della provincia di Frosinone in un’azione lodevole da parte di tutti gli attori in campo.

“Certamente partire dalla riforma dei centri per l’impiego così come preannunciato da maggio dall’assessore Valente è una priorità – ha dichiarato il consigliere Fardelli – L’importanza del ruolo dei Cpi infatti resta fondamentale nonostante l’esiguità delle risorse. L’ufficio di Cassino, al quale faccio i complimenti da dividere a tutti i dipendenti, offre intermediazione con l’obiettivo dell’orientamento al lavoro per i quali però occorre una continuità nei finanziamenti per assicurarne l’efficacia. I Cpi non possono creare lavoro, ma piuttosto aumentare l’occupabilità delle persone. Ecco perché c’è bisogno di stabilizzare ed incrementare le risorse a disposizione”. La necessità dei servizi pubblici che garantiscono l’universalità del servizio, è stata più volte rimarcata recentemente a seguito di voci che ne prevedevano la privatizzazione. “E’ importante mantenere la mission dei Cpi che è quella della promozione di corsi di formazione, voucher formativi, tirocini, seminari, per rendere più completo un servizio fondamentale per i cittadini – ha continuato l’on. Fardelli – però tracciando un fabbisogno reale territoriale. Le persone vanno seguite nel loro percorso professionale e orientate verso quelle aziende che ricercano forza lavoro. Ringrazio pubblicamente l’assessore regionale Lucia Valente per aver avuto il dono dell’ascolto in questa giornata importante per la provincia di Frosinone. Valorizzare gli strumenti a nostra disposizione finanziando non soltanto le emergenze contingenti ma anche creando appeal territoriale con sgravi e offerte al mondo artigianale e alle PMI è l’unico modo per creare occupazione nel lungo termine” ha concluso il consigliere regionale Marino Fardelli.

Menu