25 febbraio 2013 redazione@ciociaria24.net

La Virtus TSB Cassino non conosce ostacoli: diciannovesima vittoria consecutiva

La seconda trasferta consecutiva per la Virtus Terra di San Benedetto Cassino , proponeva un match sulla carta per niente semplice , in terra anagnina. I locali reduci dalla vittoria rocambolesca all’ultimo respiro contro Sermoneta prometteva di vendere cara la pelle ma soprattutto di provare a fare lo sgambetto alla capolista. Ebbene il campo al termine dei 40 minuti ha espresso un monotono  verdetto: la Virtus TSB Cassino è passata anche nella città dei papi. Numerosi tifosi erano accorsi nell’impianto ciociaro per assistere ad una sfida che sulla carta avrebbe dovuto riservare maggiori emozioni . In relatà il punteggio non è mai stato in discussione anche grazie alla determinazione degli uomini di Vettese che non hanno mai mollato il controllo della gara preso saldamente in pugno sin dalle prime battute della I frazione.

La capolista era giunta ad Anagni con la novità Maiuri nel roster. Il neo acquisto rossoblù ha contribuito al successo del lupo cassinate contribuendo al successo , in 18 minuti ha scritto a referto 11 punti , e dato sostanza al gioco della Virtus TSB . Giocatore flessibile e di grande intelligenza cestistica si è subito adattato ed inserito nei meccanismi ben oliati della macchina da guerra cassinate. La Virtus parte forte , e dopo soli 3 minuti già conduce 9-2. I rossoblù sono in cattedra grazie a Simone Lo Tufo che relizza ben otto punti in questa frazione ma poi il forte atleta cassinate deve arrendersi ad un infortunio muscolare che lo terrà per tutto il resto della gara . Un ombra sul successo della capolista. Simone verrà valutato dopo 48 ore e dopo gli accertamenti strumentali di rito sarà sciolta la prognosi , i tifosi si augurano che possa rientrare quanto prima .

Vettese non si perde d’animo , ridisegna il quintetto in campo e la Virtus TSB priva del “mago” riprende subito a macinare gioco. La prima frazione si chiude con la capolista al comando , 18-25. I giovanissimi lunghi anagnini provano ad arginare uno strepitoso Gonzalez(27 di valutazione frutto di 15 punti , 77% da 2 , 14 rimbalzi ) invano ; l’argentino con un Furio De Monaco in vena chirurgica allontanano subito le velleità di De Pippo e soci . De Pippo a cavallo del termine della prima frazione e l’inizio del secondo tempo con 4 triple consecutive tiene incollati biancorossi alla battistrada . Ma appunto un chirurgo d’eccezione , Furio De Monaco , con freddezza proverbiale, dalla lunghissima distanza allontana i giovani padroni di casa dalla ruota .

L’elastico man mano si allunga ; Serra non riesce a ripetere la gara di 7 giorni prima ; imprecisione ma soprattutto impossibilità a tenere il ritmo indiavolato di Loughlimi (11 punti nella frazione , con un 3 su 3 dalla lunghissima , terrificante e mortifero per le ambizioni anagnine) e compagni , Anagni così si allontana progressivamente . Si va al riposo lungo sul 37 a 47. La forbice tra le due compagini  si apre sempre più  nel corso della terza frazione , 48-69 . Gonzalez non si ferma ed implacabile accompagna gli uomini in maglia rossoblù all’ultima frazione di gioco. Il lungo argentino domina le plance difensive ed offensive, storia vecchia, regalando extrapossessi ma sfidando con azioni individuali gli avversari in transizione , segno di freschezza atletica e di voglia continua di stupire.

Le rotazioni regalano la ribalta oltre che come detto nell’incipit  a Maiuri , anche  a Brambilla , Rivetti ,Zapparato e Manzari. Spunti confortanti vengono appunto dalle rotazioni allungate che regalano respiro ai senior e dalla buona difesa ( 33 rimbalzi , un enormità) che costringe Anagni tra le mura amiche ad un punteggio poco consono alle potenzialità offensive dei biancorossi. Una nota stonata ( se ce ne possono essere !!!) sono la voce relativa alle palle perse , 18; il dato indica e sottolinea la  troppa foga a volte controproducente nel voler spingere a mille sull’acceleratore in transizione . C’è poco da discutere comunque ; perentoriamente la Virtus TSB Cassino scrive 19 nella casella delle vittorie. La corsa continua e non trova ostacoli .

E così la squadra cassinate completa anche la pratica anagnina ; la diciannovesima consecutiva . Si appresta ora a tornare tra le mura amiche , sabato 2 marzo p.v. ,Palazzetto dello Sport Soriano di Atina , per la settima del girone di ritorno. Il calendario non ammette perciò la possibilità di rilassarsi o fermarsi a pensare su quanto fino ad ora realizzato. Il prossimo avversario , la Libertas Roma , non verrà ad Atina in gita di piacere . D’Acunto e soci lo sanno e sono più concentrati che mai , decisi a non lasciarsi sfuggire l’occasione di mantenere invariate le distanze dalla inseguitrice volsca.

Decimo Meridio
Ufficio Stampa Virtus TSB CASSINO

[nggallery id=48]

Menu