venerdì 1 gennaio 2016 redazione@cassino24.it

La Polizia di Cassino fa il “botto” di fine anno: beccati in due con mezza tonnellata di droga!

Intorno alle 22.00 circa di mercoledì 30 dicembre quando una pattuglia della Sottosezione Polstrada di Cassino ha notato transitare in autostrada, nel territorio del comune di Cassino, un furgone Renault Trafic di colore verde, con a bordo due persone, che aveva i vetri laterali oscurati con apposita pellicola. Al fine di procedere al controllo, gli agenti intimavano l’alt al conducente, ma questi, dopo un primo accenno a fermarsi, improvvisamente, ha accelerato cercando di distanziare la pattuglia zigzagando su tutta la carreggiata rischiando in tal modo di collidere con il veicolo Polizia.

A questo punto, gli agenti, seguendo a debita distanza il furgone, hanno chiesto l’ausilio di una altra pattuglia che si è posizionata nei pressi dell’Area di Servizio Casilina Est. Dopo due chilometri di inseguimento il furgone, il cui conducente non aveva manifestato alcuna intenzione di fermarsi, è stato agganciato dalle due pattuglie, che, attesa l’occasione propizia, al fine di evitare il coinvolgimento di altri utenti, sono riusciti a bloccarlo.

Nella circostanza il conducente ha frenato bruscamente lasciando il mezzo obliquo all’asse stradale. All’arrivo degli operanti i due occupanti sono scesi dal veicolo tentando di allontanarsi, ma sono stati immediatamente bloccati. Un volta messi in sicurezza il mezzo e i due giovani, rispettivamente di ventuno e diciotto anni, entrambi di origine slava, gli operatori di Polizia hanno controllato sommariamente il furgone rilevando la presenza a bordo su tutto il vano posteriore di numerosi pacchi di colore scuro, dai quali proveniva un forte odore tipico della sostanza stupefacente del tipo marijuana.

Pertanto al fine di procedere ad un più accurato controllo, il furgone e i due occupanti sono stati accompagnati presso gli Uffici della Sottosezione Polizia Stradale di Cassino. La perquisizione del mezzo ha consentito di rinvenire nr. 19 pacchi di varie dimensioni contenenti sostanza stupefacente. Con l’ausilio di personale della Polizia Scientifica si è proceduto all’esame del prodotto che risultava avere un peso complessivo di kg 450 ed essere positivo al test specifico per la canapa indiana (marijuana).

La sostanza ed il veicolo sono stati sottoposti a sequestro, insieme ad un telefono cellulare. All’interno del veicolo si è rinvenuto il biglietto autostradale dal quale si rilevava che il mezzo era entrato in Autostrada attraverso il Casello di Bari Nord alle ore 19.44 del 30/12/2015. Alla luce di quanto emerso i due sono stati dichiarati in arresto, per concorso in detenzione e traffico di sostanze stupefacenti ai fini dello spaccio e resistenza a Pubblico Ufficiale.

DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO MI SENTO
  • INDIGNATO
  • TRISTE
  • INDIFFERENTE
  • ALLEGRO
  • SODDISFATTO
VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO?
Per ricevere le nostre notizie su smartphone o tablet: clicca qui e scarica la nostra App gratuita
I PIU' LETTI IN CIOCIARIA