7 febbraio 2012 redazione@ciociaria24.net

La neve mette in ginocchio il Parco dei Monti Aurunci: isolati Pico ed Esperia

Emergenza neve anche in alcuni comuni montani del Parco dei Monti Aurunci.

I maggiori disagi si sono registrati nei Comuni di Pico, Esperia e Campodimele, in provincia di Latina, che sono rimasti isolati per alcuni giorni. La dirigenza dell’Ente, già da venerdì scorso, si è attivata per coordinare l’attività d’intervento mettendo a disposizione dei comuni il personale. In particolare gli operai sono stati impegnati a raggiungere i residenti di alcune frazioni rimaste isolate dall’eccezionale evento nevoso che in alcune zone  montane ha raggiunto oltre un metro di neve. I  guardiaparco, invece, hanno fatto la spola nel comune di Pico per aiutare alcuni pazienti che dovevano fare la dialisi a raggiungere le varie strutture ospedaliere.

A Campodimele lo spazzaneve ha liberato la strada principale dal ghiaccio ma gli operai del Parco hanno dovuto creare i varchi ai marciapiedi e l’accesso alle abitazioni. Tant’è che la dirigenza questa mattina, impossibilitata ad aprire la sede dell’Ente sita nel piccolo centro montano, ha coordinato il personale sparso  nei vari comuni dal Vivaio e Falegnameria di Itri, una delle sedi del Parco presenti sul territorio. In azione  anche l’ufficio vigilanza dei Guardiaparco della sede di Palazzo Spinelli di Esperia.

Una ondata di maltempo che non si registrava da tanti anni e che ha trovato i comuni della Ciociaria totalmente impreparati. L’attività di coordinamento ed intervento il Commissario straordinario Iris Volante e il Direttore Giuseppe Marzano, l’anno svolta in collaborazione con la Regione Lazio, l’Assessorato all’ambiente e le istituzioni locali, mettendo a disposizione il personale per liberare la neve sia le strade dei centri storici inaccessibili agli spazzaneve che per raggiungere le famigli rimaste isolate. Per quanto riguarda Esperia, ci sono ancora diverse famiglie nella zona montana di Polleca e valle Gaetana che sono rimaste isolate da alcuni giorni per il ghiaccio che si è formato. I mezzi del comune in queste ore stanno lavorando per raggiungerli.

“Un evento eccezionale per la nostra provincia che ha messo in difficoltà tante famiglie – ha dichiarato il Commissario dell’Ente Iris Volante – lunedì mi ha telefonato il presidente della Regione Lazio, Renata Polverini, durante l’incontro che ha tenuto a Frosinone con i vertici della sicurezza pubblica per informarsi personalmente della situazione dei comuni delle nostre due aree protette, per sapere se c’erano zone e famiglie isolate, e di cosa eventualmente avevano bisogno. Ci siamo attivati subito con il personale del Parco per liberare le strade interne dei centri storici dal ghiaccio e per raggiungere anche  alcune famiglie rimaste isolate. Con l’assessore all’ambiente Mattei abbiamo stabilito poi le priorità e le modalità degli interventi da fare sul territorio diversificando  l’aiuto, con il nostro personale, secondo l’esigenza dei singoli comuni coinvolti. Un sostegno doveroso – conclude Iris Volante –  in una situazione di totale emergenza come questa per le popolazioni residenti del Parco dei Monti Aurunci”.

 

Menu