mercoledì 28 dicembre 2016 redazione@cassino24.it

In cantina niente vino ma una serra “proibita”. Yago e Jamil pizzicano un ragazzo di Cassino

Sono proseguiti a Cassino, anche nella serata di ieri, appositi servizi finalizzati al contrasto dei reati in materia di sostanze stupefacenti, che hanno interessato la località Fossa dei Serpenti. Personale del Commissariato di Cassino, con l’ausilio di unità cinofile antidroga della Questura di Roma, ha setacciato i punti “caldi” della località oggetto dell’attività di polizia.

A portare sulla strada giusta gli agenti il fiuto infallibile di Yago e Jamil, i due cani-poliziotto che hanno preso parte ai controlli. Nel corso del pattugliamento, la loro attenzione è stata, infatti, attratta da una cantina ubicata lungo una strada della zona Fossa dei Serpenti. Dopo aver contattato uno dei residenti dell’abitazione a cui è annessa la cantina, un giovane di 23 anni, gli operatori di polizia hanno effettuato una perquisizione all’interno dei locali, rinvenendo una piccola serra casalinga per la produzione di piantine di marijuana.

Al suo interno: un vaso con una piantina di marijuana, una lampada per amplificarne il riscaldamento, un ventilatore per l’areazione dell’ambiente, del fertilizzante, 1,80 grammi di marijuana, un bilancino di precisione, un coltello con tracce di sostanza stupefacente; tutto sottoposto a sequestro. Hanno invece dato esito negativo la perquisizione personale e dell’auto in uso al ragazzo. Il ventitreenne, ammesse le proprie responsabilità in ordine a quanto ritrovato, è stato denunciato per produzione e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

FOTO DI REPERTORIO

DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO MI SENTO
  • INDIGNATO
  • TRISTE
  • INDIFFERENTE
  • ALLEGRO
  • SODDISFATTO
VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO?
Per ricevere le nostre notizie su smartphone o tablet: clicca qui e scarica la nostra App gratuita
I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA