domenica 12 agosto 2012 redazione@cassino24.it

I Planet Funk fanno esplodere l’energia de “Gli Archi Village”: nuovo straordinario successo per la kermesse

Divertimento allo stato puro, adrenalina, grandi emozioni ed una genialità
musicale senza paragoni: I Planet Funk hanno trascinato “Gli Archi Village”,
per il penultimo appuntamento della kermesse, in un’altra dimensione
confermando appieno il successo della manifestazione. Nessuno è riuscito
infatti a resistere ai ritmi coinvolgenti della tracklist – tormentone
“These boots are made for walking”  (divenuta anche colonna sonora dello
spot degli Europei di calcio 2012)  o del ben noto singolo “Another
Sunrise”. L’esplosione del pubblico de “Gli Archi Village”, animato dalla
spettacolare performance di Alex Uhlmann,  Marco Baroni, Sergio Della
Monica, Alex Neri e Domenico Gigi Canu ha travolto letteralmente gli artisti
dando vita ad una esibizione unica. I Planet Funk hanno riproposto i loro
maggior successi, divenuti non di rado colonne sonore di film o spot
pubblicitari trasmessi sulle principali emittenti. Un traguardo, questo, che
dimostra appieno la dimensione artistica dei membri del gruppo sempre pronto
a mettersi in gioco e a sperimentare  nuove strade, divenendo delle icone
per moltissimi musicisti ma anche per moltissimi giovani. «Credo che sia
molto importante seguire sempre il proprio istinto, non avendo mai troppa
paura di confrontarsi con musicisti o con band già esistenti – ha dichiarato
prima di salire sul palco Marco Baroni – ma cercare di tirar fuori la
propria voce, qualunque essa sia attraverso gli strumenti o qualsiasi forma
di espressione possa esistere. Per rimanere  tanto tempo sulla ‘cresta
dell’onda’ è necessario avere una personalità musicale abbastanza forte e
non aver paura di aprirsi e tirar fuori anche le cose che possono in
apparenza sembrare banali. Proprio da momenti particolari, da quelli che in
apparenza possono sembrare degli ‘scarti’, riusciamo spesso  a tirar fuori
belle creazioni». Una musica molto appetibile per registi e sceneggiatori,
quella dei Planet Funk, che dal 1999 in poi rappresentano una parte fondante
della storia della musica, non solo italiana, prestata a diversi settori
della comunicazione  attraverso sound ‘trasversali’ ed in continua
evoluzione. «Quando c’è bisogno di legare la musica a delle immagini –  ha
continuato Baroni  – i nostri brani si sono dimostrati sempre ben graditi
agli autori o a colleghi anche di altre forme artistiche». Per la prima
volta a Cassino, i Planet Funk si sono detti pronti a ricevere il calore
della città: «Ci aspettiamo un pubblico caldissimo  – ha aggiunto Alex
Uhlmann  a pochi minuti dall’entrata in scena – e vogliamo fare un ‘gran
casino a Cassino’».  Le previsioni non sono certamente state deluse: dopo
l’esibizione degli “Electric Riot”, i Planet Funk hanno mandato in tilt il
vastissimo pubblico de “Gli Archi Village”. «Speriamo di poter tornare qui
con “Gli Archi Village”, una manifestazione organizzata molto bene, con una
grandissima programmazione. Ci auguriamo che la kermesse prosegua anche in
futuro – ha poi sottolineato Baroni  – e  di potervi partecipare
nuovamente».

DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO MI SENTO
  • INDIGNATO
  • TRISTE
  • INDIFFERENTE
  • ALLEGRO
  • SODDISFATTO
VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO?
Per ricevere le nostre notizie su smartphone o tablet: clicca qui e scarica la nostra App gratuita
I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA