mercoledì 7 agosto 2013

Grossi – Manzoni: dalla valutazione delle offerte all’assegnazione provvisoria della gestione

“In questi due anni di Amministrazione abbiamo voluto dare un’impostazione nuova alla cultura nella nostra città attraverso un lavoro che ha fatto tornare Cassino ad essere un punto di riferimento culturale per un territorio vastissimo. Ed è proprio proseguendo su questo percorso che abbiamo provveduto alla realizzazione di un bando per la nuova gestione del Teatro Manzoni, inserendo una serie di criteri oggettivi che mirano a garantire l’elevata qualità sia tecnica che artistica della struttura.”

A dichiararlo è stato l’assessore alla cultura del Comune di Cassino Danilo Grossi, all’indomani dell’assegnazione provvisoria della gestione del Manzoni alla Amedea Srl. “Un bando pubblico – ha continuato Grossi – realizzato nella massima trasparenza ed al quale, nonostante la richiesta di un canone annuo minimo di 40 mila euro, hanno partecipato 4 realtà importanti del territorio e non, e siamo convinti, che tutte avevano la possibilità di assicurare una gestione all’altezza.

Sia prima che durante e dopo la pubblicazione del bando, abbiamo sentito voci che accusavano l’Amministrazione di aver costruito il bando sulle spalle di qualcuno, ora sull’uno, ora sull’altro, ora sull’altro ancora, a seconda del tifo o della presunta opportunità politica che si sarebbe favorita. Ma è proprio difficile pensare ad un bando e ad una commissione che giudica liberamente sulla qualità di un progetto, senza che vi sia interferenza della politica? È così difficile pensare che attraverso la massima pubblicizzazione del bando e tenendo sempre la schiena dritta di fronte a pressioni di varia natura e senza scendere mai nelle polemiche fuori luogo (che pure ci sono state) alla fine il risultato per i cittadini è il migliore possibile? In Italia siamo sempre impegnati in un perenne braccio di ferro tra chi è pro e chi è contro qualcuno o qualcosa, da non trovare neanche un istante per fermarci a riflettere e magari capire che anche nel nostro Paese possa essere premiato meritocraticamente chi al meglio si occupa di redigere un progetto e di fare l’offerta più vantaggiosa.

Questo è quello che è stato fatto con la stesura del bando per il Manzoni e le sedute successive di Commissione. Oggi il Manzoni non è più solo una struttura dedicata al Teatro, ma è un luogo al cui interno è stato portato il cinema ed è stato realizzato un punto di ristoro diventato nel tempo luogo di ritrovo per i cittadini di Cassino. Una struttura, quindi, che anche nel futuro deve avere una gestione impostata sulla crescita e sul rispetto di quanto è stato inserito all’interno del bando. Come Amministrazione questo sarà il nostro compito: vigilare e controllare che la società che si è aggiudicata, per ora in maniera provvisoria, la gestione del Manzoni, rispetti quanto inserito nell’ottimo progetto presentato risultato vincitore.

Dal canto suo il Comune, che nei 3 anni precedenti aveva a disposizione solo 20 serate in cui doveva comunque pagare un corrispettivo di 700/800 euro per singola data ai gestori, si è riservato per i prossimi anni, un numero di 15 serate completamente gratuite per propri progetti e 15 a rimborso spese negli appuntamenti riservate alle associazioni del territorio, dimostrando in tal modo una grande attenzione verso tutte quelle realtà culturali del cassinate che avranno finalmente l’occasione di poter usufruire della struttura pagando semplicemente le spese, senza avere, come finora è stato, il grande handicap del costo della sala. Anche questo significa promuovere la cultura e valorizzare le eccellenze, e sono tante, che il nostro territorio presenta.

A questo si aggiunga il canone di locazione della struttura che rispetto al passato è stato più che raddoppiato, passando dai 20 mila euro a più di 50 mila annui per i prossimi anni, oltre al passaggio di tutte le utenze alla società aggiudicataria, che avverranno alla firma del contratto. Anche su questo aspetto si è pontificato molto negli scorsi mesi, ma ancora una volta i fatti ci hanno dato ragione. Un bando oggettivamente valido, quindi, che finalmente tutela il Comune, i cittadini e le associazioni di Cassino, che non è stato costruito su misura per alcuno, ed a cui in tanti hanno partecipato attraverso una gara vera all’interno della quale ognuno ha messo sicuramente il meglio delle proprie proposte culturali e gestionali. È bene sottolineare, in conclusione, che prima dell’assegnazione definitiva dovranno essere fatte tutte le verifiche del caso sulla Amedea srl, società vincitrice del Bando, e dopo finalmente sarà possibile lavorare tutti con serenità, contribuendo così a rendere la città di Cassino sempre più il vero centro culturale di tutto il Lazio meridionale.”

Da Jolly Auto, concessionaria FCA del Gruppo Jolly Automobili, parte una fortissima azione di marketing in collaborazione con Leasys.

Cori da stadio in municipio: cade il governo M5S
16 ore fa

ALESSIO PORCU - Cade il III municipio della Capitale. Sfiduciata la mini sindaca del M5S. Cori da stadio. Da entrambi i fronti. ...

Sora - Studente morto, il feretro in viaggio verso la Sicilia
19 ore fa

LA PROVINCIA QUOTIDIANO - Nella serata di oggi la salma del 24enne Biagio Pace Orsocane, lo studente di Scienze Infermieristiche dell’Università Tor Vergata – ...

Scopre di avere un tumore ed il marito l'abbandona. Costretta a vivere con meno di 300 euro mensili e con due figli
6 ore fa

FROSINONE TODAY - Il marito se ne va di casa perchè la moglie, una donna di 44 anni, si era ...

Sora - Occupa una casa popolare, assolta 40enne
18 ore fa

LA PROVINCIA QUOTIDIANO - Il marito disoccupato, due figli minorenni. Un evidente stato di necessità dimostrato in aula, durante il processo. Una 40 enne di ...

Ancora pesanti disagi per i pendolari ciociari sulla Cassino - Roma
23 ore fa

FROSINONE TODAY - Nuovi disagi per i pendolari della provincia di Frosinone si sono registrati anche oggi, sulla tratta Cassino-Roma. L’associazione Codici ...

Inossidabile Fiesta: la piccola di casa Ford diventa grande
22 ore fa

AUTOSHOW24 - Stavolta ce n'è davvero per tutti, dai drivers basic a quelli più esigenti. La nuova Ford Fiesta si è presentata al ...

E tu che Tipo sei? Be Free o Be Free Plus?
1 giorno fa

AUTOSHOW24 - Jolly Auto, in collaborazione con Leasys, azienda leader europea nel noleggio a lungo termine, ha studiato una strepitosa formula rateale ...

Gennaio 2018 positivo per il mercato dell'auto. Ecco chi è andato meglio nei Top 5 d'Europa
2 giorni fa

AUTOSHOW24 - Buon inizio di 2018 per tutti i maggiori mercati europei dell'auto, fatta eccezione per il Regno Unito, l'unico che ha registrato ...

Europrogetto DTT, la Regione Lazio ha candidato Frascati
1 giorno fa

THESTARTUPPER - Realizzare in sette anni un impianto in grado di fornire energia elettrica da fusione nucleare entro il 2050. Si chiama DTT, Divertor Tokamak Test ed e' il progetto europeo a cui la Regione Lazio ha candidato il centro Enea di Frascati.

Meno operai, solo specializzati e trasversali: ecco il futuro del Lavoro
1 giorno fa

THESTARTUPPER - Il futuro del mondo del Lavoro in provincia di Frosinone. L'analisi del Consiglio Generale Cisl riunito a Fiuggi. La radiografia del settore. Le prospettive. Le vertenze aperte. I risultati raggiunti. No ai populismi. Ecco dove stiamo andando.

La Birra dell'anno? Viene prodotta in 5 aziende del Lazio
3 giorni fa

THESTARTUPPER - Cinque birre laziali conquistano la medaglia nella XIII edizione del premio 'Birra dell'Anno' promosso da Unionbirrai. I numeri di un fenomeno industriale in crescita.