Grossi – “Cassino che legge” torna con la presentazione del volume “CILX, 5182”

“Domani l’appuntamento della rassegna ‘Cassino che Legge’ offre a quanti parteciperanno, in particolare agli appassionati di epoca romana, un’opportunità unica per conoscere scenari inediti dell’Antica Roma.” Con queste parole l’assessore alla cultura del Comune di Cassino, Danilo Grossi, ha presentato l’appuntamento, a cura dell’associazione ‘Se Non Ora Quando’, che si terrà domani alle ore 18 presso la biblioteca comunale ‘Pietro Malatesta’. “Dopo la donazione di libri in lingua rumena – ha continuato Grossi – che la biblioteca di Satu Mare ha fatto alla città di Cassino, torniamo a parlare di volumi scritti da autori locali con la presentazione di ‘CIL X, 5182’ a cura di Silvana Errico. Un volume che verrà presentato dal Prof. Antonio Stramaglia, docente di Lingua e Letteratura Latina presso l’Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale e che verrà illustrato al meglio attraverso la proiezione delle immagini più salienti commentate dall’autrice. Un momento sicuramente interessante ed importante che permetterà a tutti noi di conoscere, partendo dall’antica Casinum per arrivare a tutto l’impero romano, le vicende storiche dell’Antica Roma. Protagonista del libro è il Console C. Ummidio Durmio Quadrato illustre nativo dell’Antica Casinum, quindi tratta un argomento che riguarda da vicino la storia della nostra città. Soprattutto si tratta di un volume molto scorrevole, quasi come un romanzo, con la differenza però che gli argomenti trattati sono tutti veri e documentati. Un’occasione unica per gli appassionati di storia, ma anche per tutti i cittadini di Cassino, fornita dall’appuntamento di domani che torna a promuovere la conoscenza e la diffusione di volumi scritti da autori locali con il successo che ormai contraddistingue questa rassegna giunta alla sua seconda edizione.” È stato poi il presidente dell’Associazione ‘Se Non Ora Quando’, la professoressa Nunzia Sanseverino, a spiegare le motivazioni che hanno portato alla promozione di questo volume. “Come associazione – ha sottolineato la Sanseverino – già in passato abbiamo presentato all’interno della rassegna ‘Cassino che Legge’ una serie di libri, ma a questo volume noi teniamo particolarmente perché l’autrice, Silvana Errico, è socia dell’associazione stessa. Siamo molto felici dell’opportunità che ci viene offerta ed orgogliose di Silvana che è una donna che ha dedicato 10 anni della sua vita, 8 per la ricerca del materiale e 2 per la stesura, per scrivere questo libro; il tutto mentre continuava a svolgere la egregiamente la sua professione lavorativa ed il suo ruolo di mamma. Un’ulteriore nota di merito è data dall’argomento trattato, visto che nel libro Silvana, pur non essendo originaria di Cassino, parla della storia dell’Antica Casinum. Questo, a nostro avviso, è molto significativo perché testimonia l’amore che Silvana ha per questa città che la ha adottata e per la quale ha voluto con passione raccontare un momento storico finora mai trattato; cosa che fa di Silvana cittadina illustre di Cassino. Infine, per una bella coincidenza, questa iniziativa precede di poco il ritorno della famosa statua dell’atleta, altro momento importante che serve per ricordare la grandezza di cui Cassino è vissuta.”

Menu