martedì 13 settembre 2016 redazione@cassino24.it

Grande successo a Cassino per il 4° “Mennea Day”. Le foto

Un grande successo la quarta edizione del “Mennea Day” targata Cus Cassino. Ai nastri di partenza si sono presentati in 200 per percorrere i 200 metri. Pettorina numero uno per l’atleta paraolimpico Giuseppe Campoccio che ha compiuto il giro sulla pista di atletica del “Salveti” sulla sua sedia a rotelle, a testimonianza, ancora una volta, che lo sport è inclusione sociale e che il Cus Cassino è da sempre sensibile a queste tematiche. Sempre più forte è difatti la sinergia con la comunità Exodus, lunedì presente alla manifestazione con Luigi Maccaro che ha raccolto il testimone dal sindaco D’Alessandro per percorrere i 200 metri.

Il rettore dell’Università di Cassino Giovanni Betta ha invece fatto la staffetta con il direttore generale dell’ateneo Antonio Capparelli. Tra le altre istituzioni presenti l’assessore del comune di Cassino Benedetto Leone e il consigliere regionale Marino Fardelli. Il presidente della Banca Popolare del Cassinate Donato Formisano, pur non prendendo direttamente parte alla gara è stato presente al “Salveti” in quanto ancora una volta l’istituto di credito della città martire è main sponsor della kermesse che il Cus Cassino organizza ormai da quattro anni per celebrare il record del grande Pietro Mennea.

Quest’anno il tempo totale è stato di 2 ore, 31 minuti e 44 secondi. Il rettore ha approfittato della sua preparazione di valido tennista per correre una seconda frazione in un buon 41”05. La terza frazione è stata appannaggio del Direttore Generale dell’ateneo ciociaro Antonio Capparelli che buttate giacca e cravatta a bordo pista si è difeso con una frazione di grosso impegno.Ha fatto quindi anche il battesimo sportivo il nostro primo cittadino, il Sindaco Carlo Maria D’Alessandro ha fatto valere le sue qualità di ex cestista e si è lasciato coinvolgere giocosamente nella kermesse applaudito dal folto pubblico presente. L’amministrazione cittadina ha registrato anche l’assessore alle politiche sociali Benedetto Leone che, grazie alla sua giovane prestanza ha fatto registrare il miglior tempo tra le autorità con un eccellente 32”96. Anche Marino Fardelli ha dato la sua simpatica adesione correndo tra l’altro in un buon 36”91.

Naturalmente tra i tanti appassionati presenti che hanno partecipato attivamente alla manifestazione i tempi migliori sono venuti da due atleti di valore: in campo maschile si è confermato il più veloce Giuseppe Fantini della Intesatletica Latina con un eccellente 24”23; tra le ragazze invece ulteriore miglioramento per la giovanissima e promettente Giulia Verrecchia, del Cus Cassino, tra le più veloci tredicenni del lazio che ha fatto registrare un lusinghiero 29”75. Tra gli atleti di valore presenti oltre al due volte olimpionico ed ex primatista italiano dei 110 ostacoli Laurent Ottoz abbiamo avuto la piacevole e graziosa presenza delle due promettenti e con già un ricco palmares gemelle Mirabello: Anthea 4 volte campionessa italiana di marcia e 4 presenze nelle nazionali giovanili, in particolare ha gareggiato ai mondiali allievi di Calì (messico) e l’eccezionale secondo posto a Podebrady (Cechia) e il fantastico 49’23” sui 10 km ai mondiali di Roma; Angelica con 1 titolo di campionessa italiana e due eccellenti presenze nelle nazionali giovanili con l’8 posto agli europei di Tblisi e il 5° di Podebrady. Infine ultimo frazionista è stato il giovane e ormai famoso Luca d’Aguanno che dopo la presenza a numerose manifestazioni tra cui la maratona di Roma ha chiuso la kermesse cassinate con un’ultima frazione che ha visto tutti i presenti accompagnarlo in un festoso 200 metri finali.

Ricordiamo che Luca è un testimonial dell’associazione Genitin onlus, associazione di genitori che affianca in tutte le problematiche le famiglie dei bambini nati prematuri. Ma aldilà dei numeri a vincere, anche quest’anno, al Mennea Day è stato il calore e l’entusiasmo dei tanti partecipanti, la passione e l’abnegazione del presidente del Cus Carmine Calce che insieme ad Agostino Terranova con tenacia continua a promuovere iniziative per sensibilizzare giovani e meno giovani all’atletica, ora che finalmente – grazie alla sinergia di Comune e Ateneo – la città può vantare una pista, intitolata proprio alla “Freccia del Sud”, che non ha nulla da invidiare agli impianti delle grandi città limitrofe. Un lavoro che va avanti da anni, e che ora finalmente comincia a dare i frutti sperati. Tanti, infatti, sono stati coloro che hanno partecipato e hanno voluto lasciare un pensiero: “Viva lo sport, viva Pietro Mennea: oggi ho corso per te”; “è stata una giornata fantastica”; “lo sport non ruba e non illude: è il giudice più imparziale che la vita possa offrire”.

0d10d389-1ddf-4a61-ba99-8ad47dcc5bc9

6fce6178-7979-414b-b179-fe1e783efd06

7a0ac471-8882-4651-851f-0d3f8ce1758e

12bff313-6731-48a0-893b-e174dd056d9a

133d30d3-a62c-4d23-9129-bc19a04b28b6

aed1e3c9-510b-4ce7-b059-ec4176153a81

cb350fad-b4c0-4279-a109-c10ddcbd7312

f4167f7a-d818-4cae-bfb7-073c1c827830

DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO MI SENTO
  • INDIGNATO
  • TRISTE
  • INDIFFERENTE
  • ALLEGRO
  • SODDISFATTO
VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO?
Per ricevere le nostre notizie su smartphone o tablet: clicca qui e scarica la nostra App gratuita
I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA