Giuseppe Di Mascio: “La raccolta differenziata cosi com’è non funziona. Cassino piena di immondizia”

“La raccolta differenziata così com’è fatta non mi convince”. E’ perentorio il giudizio del consigliere comunale Giuseppe Di Mascio sull’iniziativa intrapresa dal Comune di Cassino, coordinata dall’Assessore Riccardo Consales: “Al di là del comportamento incivile di qualche singolo, una comprensibile inefficacia della comunicazione e quant’altro, c’è un dato di fatto inconfutabile ed è la grande quantità di immondizia presente nelle strade di Cassino, soprattutto di sera.

Un primo problema, secondo Di Mascio, è di carattere organizzativo: “Le turnazioni per la raccolta, a seconda della tipologia, sono insufficienti. Ad esempio, non basta raccogliere solo una o due volte a settimana i rifiuti in vetro accumulati da un locale pubblico”.

C’è poi la questione delle isole ecologiche: “Attualmente non ci sono. A mio parere invece, dovrebbero essere predisposte nei punti strategici della città, in modo tale da consentire ai cittadini di scegliere se depositare i rifiuti nei contenitori sotto casa oppure portarli presso l’isola”.

Infine i rischi per la salute: “I cassonetti traboccano di rifiuti perché non sono sufficienti. Una manna dal cielo per i topi ed un serio rischio per la gente. Non credo di esagerare se affermo che si rischia un’emergenza sanitaria. Cassino produce una quantità di rifiuti palesemente superiore alla disponibilità di contenitori ed alle risorse messe in campo per gestire la raccolta differenziata. Continuando di questo passo tale progetto, da ambizioso e lodevole, si trasformerà in un incubo”.

Redazione Cassino24

Menu