6 febbraio 2013 redazione@ciociaria24.net

Giovedì 14 Febbraio presso Scuola D’Annunzio mostra dedicata al progetto “Ben…Essere Mangiando”

Il giorno 14 Febbraio 2013, dalle ore 16.00 alle ore 17.00, presso la scuola Primaria “D’Annunzio” si terrà la mostra dedicata al Progetto “Ben..Essere Mangiando” che ha avuto modo di svolgersi presso tale Istituto scolastico nelle classi V, grazie all’Associazione Aicem e con il contributo economico dell’ Agenzia Nazionale Giovani (vincitore del bando di concorso di YOUTH IN ACTION).

Il Progetto ha lo scopo di prevenire l’Obesità e i Disturbi del Comportamento Alimentare attraverso la trasmissione di stili di vita salutari e al potenziamento della resilienza per mezzo della partecipazione attiva dei destinatari. L’occasione avrà lo scopo di informare, discutere e rendere partecipi tutti i presenti sullo svolgimento del Progetto e sulla produzione del materiale inerente gli elaborati degli allievi durante gli Incontri settimanali con i collaboratori di Aicem.

Parteciperanno all’Evento, oltre alle famiglie dei 100 alunni coinvolti, il Sindaco della Città di Cassino, l’Assessore Danilo Grossi, la Preside e il personale scolastico, nonché i membri dell’Aicem tra cui la Dott.ssa Daniela Meringolo e la Presidentessa Sara Massini.

 

PROGETTO “BEN…ESSERE MANGIANDO”

L’Associazione Italiana Cooperazione Europa Mondo, con il contributo finanziario dell’ANG e del programma Europeo Gioventù in Azione, presenta il progetto Ben..Essere Mangiando: una campagna di prevenzione dell’ Obesità e dei Disturbi alimentari fresca e innovativa creata dai giovani per i giovanissimi delle scuole elementari di Cassino (Fr) e Francavilla al Mare (Ch).

Il Progetto che si è appena concluso nella Scuola Elementare “D’Annunzio” di Cassino (Fr) consiste di sei incontri settimanali presso le classi V e avrà seguito nella scuola primaria “F. Masci” di Francavilla al Mare (conferenza stampa il 23/02/2013). Il progetto mira a raggiungere uno stile di vita salutare dei giovani attraverso lo sviluppo di ambienti favorevoli alla promozione della salute fisica e mentale in qualità di cittadini Europei.

Questi offre la possibilità di far incontrare i giovani con i giovani in modo interattivo e creativo, rendendoli in grado di utilizzare il proprio potenziale a beneficio di se stessi e della comunità, per una migliore qualità della vita, in un continuo dialogo tra Scuola e Famiglia. Ciò permette ai giovani cittadini di domani di promuove formazione, lavoro e partecipazione alla vita sociale, in quanto sensibili ad argomenti della vita quotidiana fondamentali quali l’Alimentazione e l’equilibrio psico-fisico a scapito dei diseducativi modelli estetici e comportamentali.

Il livello di salute mentale e il benessere generale della popolazione è una risorsa fondamentale per il successo dell’Unione Europea. Essi sono dei fattori di rilevante importanza per la realizzazione degli obiettivi del programma di Youth in Action, progetto della Commissione Europea, inerenti alla crescita e all’occupazione nei Paesi, alla coesione sociale e allo sviluppo sostenibile tra diverse generazioni, tenendo sempre presente le diversità della popolazione Europea e l’arricchimento che ne scaturisce.

Il progetto vuole migliorare la percezione di sé e mira ad incentivare una relazione positiva tra il mondo interiore ed esteriore, al fine di aiutare i giovani nell’affrontare con coraggio e metodo le difficoltà e disagi personali, ambientali, sabotando lo sviluppo di comportamenti autolesionistici nei confronti del cibo.

Gli obiettivi specifici sono:

  • Incoraggiare i giovani al pensiero critico sulle questioni relative alla salute (con particolare attenzione alle questioni alimentari e socio-culturali)
  • Offrire ai giovani nuovi strumenti per esplorare la complessità ed analizzare con spirito razionale l’interdipendenza tra i diversi fattori che possono incidere sulla salute
  • Offrire ai giovani una piattaforma di discussione e incentivarli a proseguire il dialogo con le autorità e a dare il loro contributo al futuro dell’Unione Europea, del proprio Paese.

Far conoscere e sperimentare ai giovani il concetto di benessere, individuale e collettivo, anche in qualità di contributo alla promozione e crescita e sviluppo personale.

Menu