Fonte – Notte Bianca della Cultura: una festa per tutti

“Sono certo che la notte bianca della cultura sia un’occasione di festa per tutta la città di Cassino.” A dichiararlo è stato il consigliere Igor Fonte in merito all’evento che tra dieci giorni si svolgerà in città. “Sicuramente è un progetto molto positivo – ha continuato Fonte – che se portato avanti, come finora è stato, nella maniera dovuta rappresenta un’attrazione e quindi può essere di richiamo per l’intera provincia di Frosinone. Certo è che comunque nell’organizzazione di tale eventi vanno tenute in considerazione anche una serie di eventualità che potrebbero rovinare una manifestazione di alto profilo quale è quella del prossimo 31 agosto. È ovvio che tutte le precauzioni del caso devono essere tenute in considerazione ed in particolare mi riferisco al rispetto delle regole soprattutto per quanto concerne la somministrazione di bevande che sarebbe bene somministrare in contenitori di plastica anziché in bottiglie. Prendo non a caso questo aspetto ad esempio perché purtroppo nel fine settimana per la città, soprattutto in Piazza Labriola, tante sono le bottiglie vuote lasciate per strada nel corso della notte dopo essere state consumate. Cosa decisamente pericolosa perché le stesse spesso si rompono ed i frammenti di vetro costituiscono un rischio in particolare per i bambini che frequentano il parco giochi ‘Peppino Impastato’ adiacente a Piazza Labriola. A tal proposito sarebbe auspicabile che in futuro, come avviene già nella stragrande maggioranza dei Paesi Europei, la somministrazione di bevande avvenga direttamente in contenitori di plastica anziché nelle bottiglie di vetro. Sono certo che anche per i commercianti questo possa rappresentare un vantaggio soprattutto se si tengono in considerazione i vantaggi che avrebbero nel fare la raccolta differenziata. Tornando alla Notte Bianca c’è da sottolineare che, oltre ad essere un’attrattiva importante, rappresenta, soprattutto in periodo di crisi, un’occasione per il commercio che trarrà vantaggio dal movimento di gente che si svilupperà in questa circostanza. Detto questo, mi auguro altresì, come sicuramente avviene, che i commercianti riconoscano ai proprio lavoratori dipendenti il pagamento delle ore lavorative in più rispetto al normale orario di servizio, o che comunque lo straordinario venga restituito con il recupero del riposo settimanale come previsto da contratto. In tal modo la Notte Bianca sarà veramente una festa per tutti, una manifestazione che contribuisce ad arricchire l’offerta della nostra città anche e soprattutto, visto l’impostazione che le è stata data, sotto il profilo culturale.”

Menu