10 febbraio 2012 redazione@ciociaria24.net

Foibe, Abbruzzese: ricordo è dovere civico di ogni cittadino

“Credo che serbare memoria della Giornata del Ricordo delle Foibe, persecuzione vergognosa, pianificata e calcolata con inumana freddezza, sia un dovere civico di ogni cittadino italiano”.

Lo ha dichiarato oggi il presidente del Consiglio Regionale del Lazio Mario Abbruzzese.

“Avere piena comprensione di quei tragici eventi – ha affermato il presidente – significa riportare alla memoria le tribolazioni e le difficoltà che furono costretti a patire fiumani, istriani e dalmati in fuga dalla loro terra. Una ‘diaspora silenziosa’ che non può esser taciuta davanti alla storia, ma che va affrontata, come giustamente ha indicato il Presidente Giorgio Napolitano, assumendoci la responsabilità dell’aver negato la verità per cecità politica, e dell’averla rimossa per calcoli diplomatici e convenienze internazionali.

Questa giornata commemorativa, istituita con legge nazionale anche grazie all’impulso della Regione Lazio, durante la presidenza di Francesco Storace, giunge, inoltre, nello stesso anno in cui si ricorda il 64esimo anniversario dell’entrata in vigore della Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo. Dai testi normativi ispirati dai valori per il rispetto universale – ha concluso Mario Abbruzzese – dal riconoscimento della dignità umana senza alcuna distinzione, dobbiamo trarre degli insegnamenti doverosi, che consentano di evitare che tali aberrazioni possano ripetersi”.

Menu