Fiat Cassino: “In Regione incontro molto proficuo”. Petrarcone spiega i dettagli del piano

“Un incontro molto proficuo durante il quale è stato presentato in maniera chiara e dettagliata il piano operativo regionale per il rilancio dell’indotto Fiat.” A dichiararlo il sindaco di Cassino, Giuseppe Golini Petrarcone, di ritorno da Roma dove ha preso parte al tavolo tecnico che si è tenuto nel pomeriggio alla presenza di Guido Fabiani, assessore Sviluppo economico e Attività produttive della Regione Lazio, Lucia Valente, assessore al lavoro della giunta Zingaretti, dei consiglieri regionali del territorio Fardelli e Abbruzzese, del presidente della Provincia di Frosinone Patrizi, del sindaco di Piedimonte San Germano, Domenico Iacovella, delle principali sigle sindacali e delle associazioni di categoria del territorio. “Nel corso dell’incontro – ha continuato il sindaco – gli assessori Fabiani e Valente hanno illustrato il piano operativo della Regione Lazio per il sostegno ed il rilancio dello stabilimento Fiat di Cassino e dell’indotto su cui lo stesso insiste. L’intervento previsto dalla Regione, per un totale di 4,6 milioni di euro di investimento derivanti dal rifinanziamento della legge regionale n. 46, si articola principalmente in due fasi. La prima prevede interventi per 1,4 milioni di euro sulla viabilità a servizio dello stabilimento Fiat di Cassino e dell’intero indotto; un punto sul quale ho espresso grande soddisfazione dal momento che già in un precedente incontro avvenuto nelle settimane scorse in Prefettura avevo fatto presente, cosa che ho ribadito anche oggi, che gli 1,4 milioni di euro di residuo della legge 46 dovevano essere utilizzati per gli interventi primari e per la riqualificazione dell’area attorno allo stabilimento Fiat. Oggi si è avuta la conferma che così sarà e la soddisfazione è ancora maggiore perché a questa cifra vano aggiunti altri 3,2 milioni di euro che in una seconda fase verranno destinati ad un apposito bando rivolto alle imprese che oltre a sostenere le realtà imprenditoriali già esistenti nell’indotto Fiat, ha l’obiettivo di promuovere la nascita di start up e reti di imprese nel territorio cassinate. Agli interventi a breve termine, inoltre, si potrà affiancare, una volta terminato il lavoro di definizione della nuova programmazione dei fondi europei Por-Fesr 2014 -2020, l’utilizzo di un pacchetto di risorse comunitarie, per interventi specifici nelle aree industriali, tra cui ad esempio quella dell’indotto Fiat. Un’ulteriore dimostrazione dell’attenzione che la Giunta Zingaretti ha nei confronti del nostro territorio e per lo stabilimento Fiat di Cassino che, insieme al suo indotto, è considerato una delle attività più strategiche per l’economia e il lavoro della nostra Regione.”

Menu