Fardelli su ritorno statua dell’Atleta: “Un’opera che rende onore alla città. Ora tutti potranno ammirarla”

E’ tornata ieri, dopo il clamore delle scorse settimane, l’ormai famosa statua dell’Atleta, l’Eroe di Cassino che da 77 anni si trovava presso il Museo Archeologico di Napoli. Un ritorno che è seguito all’impegno del Rettore dell’Università di Cassino, Ciro Attanaiese, che lo scorso anno a Messina, venne a conoscenza da Marino Fardelli, oggi consigliere regionale del Lazio, della statua contesa.

E proprio ieri l’on Fardelli, insieme al Rettore e al direttore del Museo Archeologico di Cassino Silvano Tanzilli, hanno partecipato al trasferimento da Napoli a Cassino della statua: “Il trasferimento della statua dell’Eroe da Napoli a Cassino è stato entusiasmante e tale emozione deve restare fino all’ultimo giorno in cui l’opera resterà esposta a Cassino” ha detto il consigliere regionale Marino Fardelli.

“Vivo con orgoglio e con passione questo passaggio che porta nella città di Cassino storia e cultura, ma anche ricchezza. Da oggi tutti possono ammirare questa meravigliosa opera che ci trasmette forza e movimento e mai staticità in un’armoniosa visione dell’uomo e della vita. Invito – ha concluso l’on Fardelli – tutti i cittadini a visionarla e ad ammirarla. Un’opera che rende onore a questa città, alla sua cultura e alle sue risorse infinite che grazie alla sinergia tra città e università, può arrecare ancora tanto benessere”.

Menu